La questione dei vaccini in questi anni sta diventando veramente qualcosa di incredibile,in pratica in questo paese, questo Stato non si può più discutere, la ministra Boldrini attua le tagliole, attua le censure e cosi facendo sembra che metta a tacere certe verità scomode, ha addirittura assoldato il Cicap,un'ente parecchio discutibile e poco credibile sotto vari aspetti...

Se un medico ha dei dubbi sull'utilità dei vaccini oggi viene radiato dall' Albo dei medici, situazione che sta vedendo come protagonista il validissimo Dott Roberto Gava, da anni impegnato nella sensibilizzazione accurata per i singoli casi, definito come un antivaccinista, cosa che non è assolutamente, se cerca di farlo tacere e addirittura di farne un capo espiatorio,ma c'è da domandarsi perché?

Pubblicità
Pubblicità

In pratica è come se si fosse prestabilita una nuova forma di vilipendio volta nei confronti dei vaccini, in pratica è come se dalla Costituzione della Repubblica avessimo cancellato la libertà di cura.

Sembra che tutti quanti stiano facendo una specie di caccia all'untore, non capendo che un bambino vaccinato è un bambino che dovrebbe stare come minimo per più di un mese lontano dalle scuole, all'incirca per 5 settimane, e quindi viceversa di quello che ci dicono,dati i virus attenuati immessi nel corpicino, su base scientifica la ricerca dice esattamente cosi, è invece un bambino non vaccinato resta un bambino non vaccinato.

Pubblicità

Punto.

L'obbligo della vaccinazione addirittura con il ricatto della non frequentazione del ragazzino all'asilo è qualcosa di veramente deplorevole, si viene messi sotto accusa,come quasi voler far morire i bambini che contagiano i loro amici nelle scuole. allora viene da pensare , ma se il problema è la scuola, allora perché non si dovrebbe evitare anche che salgano su un autobus, che vadano al cinema, nelle sale giochi, o nei bar etc.

Non bisogna esagerare, lo Stato fa bene a dire che bisogna vaccinare,ma non deve imporre con la forza le proprie opinioni, deve semmai convincere i cittadini e non obbligarli.

La radiazione di un medico, l'obbligatorietà vaccinale uniti anche ai timori che incutono i giornali non fanno altro che farci sospettare, come si ci fosse qualcosa sotto, chi state favorendo? Chi volete favorire con queste azioni a dir poco fuorilegge.

Con una rapida ricerca in internet si vede che nel 2011 ci furono più di 5000 casi di vaccini, e anche nel 2002, molti casi anche nel 2013, ma nessun giornale fece nessun terrorismo mediatico, nessuno proclamo o annunciò titoloni come; Epidemia di morbillo, o attenti al morbillo, titoli che a un genitore fanno sicuramente accapponare la pelle.

Non si costringe con la paura la gente a farsi il vaccino, ricordo poi che abbiamo avuto tutti il morbillo, sia i vaccinati che i non vaccinati,ma ha fatto il suo normale sfogo, siamo vivi e vegeti,non è una malattia mortale eccetto in rarissimi casi di complicazione che non si possono attribuire al morbillo come causa scatenante.

Pubblicità

Non c'è nessuna epidemia in corso, rispetto agli altri anni siamo bassi, sui dati dati in cosi breve tempo poi ho i miei dubbi che siano giusti ,lo Stato e le istituzioni hanno il dovere di dare poi risposte precise, e mi riferisco anche verso il ministro Lorenzin, se ci fosse un'epidemia,una pandemia,io sarei il primo a dire di vaccinare subito obbligatoriamente,ma non mi sembra questo il caso, e per vari aspetti sopra menzionati.

Pubblicità

La libertà di cura è un principio e un valore,e non è negoziabile.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto