Notoriamente il mercato farmaceutico è uno dei più redditizi e vi sono numerose corporation che competono tra di loro per conquistare il primato in esso. Diversi critici sostengono che tale mercato sia in realtà ben poco competitivo e basato, invece, su una sorta di 'cartello' costituito dalle più importanti società farmaceutiche e tale 'cartello' è noto mediaticamente come 'Big Pharma'. Sulla cosiddetta 'Big Pharma' esistono diverse teorie critiche che vanno da quelle legate alla controinformazione sino al cospirazionismo.

Pubblicità
Pubblicità

L'analista della banca d'affari: 'I farmaci efficaci potrebbero rendere poco da un punto di vista economico'

Recentemente delle controverse dichiarazioni di un'analista di Goldman Sachs hanno dato nuova linfa alle critiche nei confronti di Big Pharma e dell'attuale mercato farmaceutico. Andando maggiormente nello specifico, e stando a quanto sostenuto in un articolo pubblicato sul sito web Affari Italiani, in un recente report l'analista della banca d'affari statunitense Salveen Richter ha sostenuto che i farmaci efficaci, come quello contro l'epatite C, potrebbero non essere convenienti da un punto di vista economico.

L'apparente 'dualismo' tra salute e profitto

Secondo alcuni opinionisti, le recenti considerazioni fatte da Ritcher hanno confermato la teoria che sostiene che le multinazionali e i 'signori' del mondo della finanza internazionale considerino l'accumulo di profitto anche più importante della stessa salute. Tali opinioni potrebbero essere parzialmente fondate, anche se c'è da ricordare che, come scritto nel già citato articolo pubblicato sul sito web 'Affari Italiani', la Scienza è riuscita a fare grandi progressi negli ultimi anni anche grazie ai forti investimenti delle multinazionali e dei fondi privati.

Pubblicità

Il fatto è che nella società contemporanea è alquanto diffuso una sorta di 'dualismo' che contrappone la ricerca del profitto economico a quella del benessere e della salute in generale. Su ciò, c'è da dire che tale 'dualismo' sarebbe da superare, in quanto il raggiungimento del benessere economico e di quello sanitario sono entrambi fondamentali per la costruzione di una società maggiormente fondata sulla prosperità e la felicità dei cittadini che la compongono.

Infine, ci sarebbe anche da dire che sarebbe auspicabile una maggiore propensione all'etica delle corporation.

Leggi tutto