Pomeriggio ricco di appuntamenti nella seconda giornata dei Mondiali di Nuoto 2013 a Barcellona, dal nuoto sincronizzato alla pallanuoto femminile passando per i tuffi.

Nella finale duo tecnico le liguri Linda Cerruti e Costanza Ferro migliorando il punteggio preso in mattinata concludono la finale all'ottavo posto, con il loro 87,800 sono a pari merito con le britanniche Federici e Rendall. L'oro se lo aggiudicano le russe Romashina e Kolesnichenko (97,300) davanti alle gemelle cinesi Jiang (94,900) e alle padrone di casa Ballestero e Jaume (93,800). Questa finale si potrebbe definire la finale delle gemelle, oltre alle cinesi il duo del Kazakhstan, dell'Argentina e della Corea del Nord era composto da gemelle.

Sempre per quanto riguarda il nuoto sincronizzato le syncronettes azzurre si sono piazzate seste nei preliminari del libero combinato con 89,030. Elisa Bozzo, Beatrice Callegari, Camilla Cattaneo, Francesca Deidda, Manila Flamini, Giulia Lapi, Mariangela Peruppato, Alessia Pezone, Dalila Schiesaro e Sara Sgarzi hanno portato in vasca una coreografia che rappresentava la storia di Pinocchio, la scelta che ogni atleta avesse un costume diverso perchè interpretava un personaggio diverso legato alla fiaba. Sicuramente idea geniale ma forse non compresa e non apprezzata dai giudici. Al momento le prime posizioni sono della Russia seguita da Spagna e Ucraina. La finale si svolgerà il 27 luglio alle ore 19.

Domani ritroveremo in vasca la Cerruti alle 9 per il libero individuale e alla sera alle ore 19 si svolgerà la finale del tecnico a squadre.

Nelle qualifiche trampolino 1 metro femminile Tania Cagnotto ha centrato la finale con 284,85 seconda dietro alla cinese He Zi (287,70), anche se resta un po' di amaro in bocca perché l'azzurra è stata superiore per quasi tutta la gara, ha pagato l'errore fatto al 4° turno. Grande delusione invece per Maria Elisabetta Marconi che ha concluso le eliminatorie al 23° posto con 221,55 sbagliando completamente il 5° tuffo che gli ha fruttato solo 7,26 punti. Si è fatta notare l'australiana Maddison Keeney che ha presentato un programma considerato difficile anche per gli uomini: tale programma l'ha resa prima in classifica per i primi due turni; ma si è chiamata fuori dalla finale sbagliando grossolanamente il 3° e il 4° tuffo.

Per quanto riguarda la finale da piattaforma 10 metri uomini Francesco Dell'Uomo e Maicol Verzotto hanno chiuso al 7° posto con 386,25 dopo una gara discreta. Il gradino più alto del podio se lo aggiudica la Germania con Klein e Hausding seguiti dai russi Minibaev e CheseKov. Il bronzo spetta ai cinesi Cao e Whang, che erano fuori dalle medaglie sino al 6° tuffo che ha rasentato la perfezione premiato dai giudici con 99,36. 

Nella pallanuoto l'esordio del Settebello rosa non è stato spumeggiante e poco convincente; hanno vinto la partita con il Kazakhstan 9 a 7 (parziali: 1 - 3, 5 - 0, 2 - 3 3 1 - 1). Non ha convinto neanche l'arbitraggio che è risultato poco incisivo e incoerente. Gli altri risultati della pallanuoto femminile sono stati: Cina - Sud Africa 17 - 2; Canada - Gran Bretagna 14 - 9; Ungheria - Brasile 20 - 6; Spagna - Olanda 14 - 12; Usa - Grecia 12 - 8.

Oltre al sincronizzato le gare di domani sono i 10 Km uomini in acque libere, la finale trampolino 1 mt uomini, nella quale non ci sono azzurri, Italia - Romania per la pallanuoto maschile. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto