Da Rodez a Mende 178.5 km con un finale insidioso e con uno strappo negli ultimi chilometri. La fuga di giornata va in porto e a vincere è Stephen Cummings , che porta una storica vittoria per la sua MTN - Qhubeka, la prima squadra africana a partecipare ad un Tour de France.

La fuga e lo sprint

La prima parte di tappa è contrassegnata da una serie di scatti per far partire la fuga. Il gruppo però non si arrende e annulla la prima fuga in cui ci sono diversi uomini insidiosi. Alla fine però un gruppo di 21 corridori riesce a prendere vantaggio e formare la fuga definitiva. Tra questi ci sono uomini importanti come Sagan, Bardet, Pinot, Uran e ovviamente il vincitore Cummings. Lo sprint intermedio viene vinto da Sagan che grazie ai punti ottenuti mette un ulteriore margine per la maglia verde.

L'attacco di Bardet e la vittoria di Cummings

I fuggitivi ottengono subito un buon vantaggio e nel finale con oltre 4 minuti di vantaggio, è chiaro che saranno loro a giocarsi la vittoria. Sulla salita finale il primo a scattare è Bardet, che fin da subito guadagna sui restanti fuggitivi e sembra avviato verso la vittoria. Poco prima dello scollinamento però viene raggiunto da un ottimo Pinot, a quel punto i due francesi iniziano a studiarsi ed è proprio Cummings che approfittando di questo li riprende. A quel punto si forma un terzetto e Cummings vince la volata ristretta davanti a Pinot e Bardet.

Una vittoria storica

La vittoria di Cummings diventa storica per la sua squadra la MTN - Qhubeka. Infatti è la prima squadra africana a partecipare ad un Tour de France e questa diventa quindi la prima vittoria per una squadra africana al tour. Un risultato che dimostra ulteriormente le qualità di questa squadra che in pochi anni è riuscita a creare una rosa competitiva ad altissimi livelli.

L'attacco di Nibali e la lotta tra i big

Oltre alla vittoria di tappa c'è anche la lotta tra i big della classifica. Il primo a muoversi è il nostro Vincenzo Nibali che con un bel attacco semina tutti, seguito subito da Quintana. Dietro si stacca prima Van Garderen e Contador. Nel frattempo però anche Nibali paga lo sforzo e inizia a perdere posizioni.

Froome che all'inizio sembra in difficoltà riesce poi a riportarsi su Quintana e addirittura lo batterà in volata guadagnando 1 secondo. Bene anche Valverde che arriva poco dietro i due campioni. In classifica generale cambia poco, Froome rimane in maglia gialla, con Quintana che supera Van Garderen e diventa 2°.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!