Il Livorno Calcio con il presidente Aldo Spinelli ha vissuto anni magici, quando dalla serie C, oggi rinominata Lega Pro, ha condotto in pochi anni la squadra fino a calcare i campi dell'Europa League. Gli anni seguenti hanno poi lanciato la squadra nel senso opposto, complice la difficoltà a gestire una squadra ad alto livello, essendo un bacino di utenza che non porta grandi incassi e sponsor. Ciò ha portato la dirigenza, in primis Aldo Spinelli che deve fare di necessità virtù, e costruire squadre al centesimo di euro, senza esagerare e tenendo i bilanci in regola.

Questo ha fatto del Livorno Calcio una delle pochissime società tra i professionisti a non ricevere multe, retrocessioni o punti di penalizzazione per questione economiche. Tanto di cappello per i bilanci, ma oggi la squadra rigioca sui campi di Lega Pro. Da anni i tifosi desiderano un cambio al comando, ma si sono viste tante trattative fantasma, acquirenti che al momento di chiudere l'affare scomparivano nel nulla. Adesso sembra che la cessione sia una realtà, la famiglia Ferrari è uscita allo scoperto, è Emanuela la figlia del capostipite che sta affrontando le operazioni in prima persona, e dice di essere molto interessata ad acquisire il Livorno Calcio, tanto che già in precedenza aveva chiesto ad Aldo Spinelli un incontro per trattare la cessione della società.

Chi è la famiglia Ferrari?

La famiglia Ferrari che sta cercando di acquisire la società Livorno Calcio, è nel campo dell'edilizia ed opera in Lombardia, principalmente nella zona di Monza e provincia ma ha diverse commesse edili anche nella zona di Milano e del suo Hinterland. Al momento sulle operazioni c'è lo stretto riserbo da parte di entrambe le figure, sia della società Livorno Calcio, sia dalla famiglia Ferrari.

Quello che al momento è stato detto, è che il Presidente Aldo Spinelli e l'amministrazione della società labronica stanno valutando la consistenza della società edile della famiglia Ferrari, e facendo una valutazione giusta del valore del Livorno Calcio, tenendo conto di parco giocatori, staff presente, serie in cui milita attualmente, e come si dice in questi casi varie ed eventuali.

In città c'è molta attesa da parte della tifoseria amaranto, che non sta sopportando il fatto che anche in Lega Pro la squadra stia soffrendo, e nelle prossime ore potrebbe arrivare la notizia che farà felice gran parte dei tifosi amaranto, anche se in città rimarrà una piccola parte che rimarrà legata al ricordo della gestione dello "sciur" Aldo.