Coach Blengini, ct della Nazionale maschile di Pallavolo, ha reso noto la lista dei convocati dell'Italia per gli incontri della quarta tappa di Nations League [VIDEO], in calendario questo fine settimana, quando gli azzurri affronteranno - nell'ordine - Cina, Corea del Sud e Australia. Confermata la presenza di Filippo Lanza, con lo schiacciatore che indosserà la fascia di capitano. Gli altri attaccanti della Nazionale italiana saranno Simone Parodi, Luigi Randazzo e Gabriele Maruotti. Tra i palleggiatori, si registra la pesante assenza del baby fenomeno azzurro Simone Giannelli. Al suo posto, Blengini ha convocato Michele Baranowicz, il quale contenderà la maglia da titolare a Luca Spirito.

Nel ruolo di liberi, faranno parte della spedizione di Seul i giocatori Fabio Balaso e Salvatore Rossini. Come opposti, sono stati chiamati Giulio Sabbi e Gabriele Nelli. Infine, i centrali saranno Davide Candellaro, Simone Anzani, Enrico Cester e Daniele Mazzone. Le convocazioni ufficiali sono state diramate dal sito della Federazione Italiana Pallavolo (Federvolley).

L'infortunio a Giannelli è meno grave del previsto

Chi temeva per Simone Giannelli un lungo stop può tirare un sospiro di sollievo. Gli esami strumentali a cui l'azzurro si è sottoposto all'indomani dell'infortunio patito nell'incontro con il Giappone (perso malamente dagli azzurri) hanno evidenziato un lieve stiramento al ginocchio destro, escludendo lesione al legamento o al menisco. Come prevedibile, il commissario tecnico Blengini non ha potuto convocare il palleggiatore Giannelli per il quarto round della Nations League.

La sua presenza è altresì in dubbio per la quinta - decisiva - tappa di Modena, dove la Nazionale italiana potrà contare sul supporto dei suoi tifosi per cercare di conquistare le Final Six, qualificazione che oggi appare compromessa dopo le due sconfitte subite contro Giappone e Polonia nella terza settimana di gare.

La situazione in classifica

L'Italia maschile di pallavolo si trova al momento al settimo posto della classifica guidata da Polonia e Brasile, che vantano un record di 8 vittorie e 1 sconfitta nelle prime 9 partite disputate. Gli azzurri devono fare la loro corsa sulla Serbia e sulla Russia, rispettivamente in sesta e quinta posizione, con entrambe 6 vittorie e 3 sconfitte. Attualmente, gli azzurri sono distanti una vittoria (5 successi e 4 sconfitte). La situazione, dunque, è ancora recuperabile, ma durante la spedizione di Seul di questo fine settimana gli azzurri non dovranno sbagliare nulla.

Nella quarta tappa della Volleyball Nations League [VIDEO], la Serbia affronterà USA, Iran e Polonia.

La Russia, invece, sfiderà Argentina, Giappone e Germania. Gli azzurri dovranno sperare negli eventuali passi falsi della Nazionale serba, chiamata ad affrontare venerdì gli Stati Uniti e domenica la capolista Polonia. Più difficile pensare che la Russia possa perdere punti lungo il suo cammino contro tre avversarie sulla carta più deboli. Classifica e calendario delle prossime sfide sono consultabili sul sito ufficiale della Volleyball Nations League gestito dalla FIVB, la federazione internazionale di pallavolo.