Attraverso il profilo Instagram del suo team, la UAE Emirates, Fabio Aru ha commentato la quarta tappa del Tour de Pologne, che è stata anche la prima frazione di montagna della manifestazione ciclistica polacca. Il sardo si è piazzato al dodicesimo posto di giornata, giungendo al traguardo assieme agli uomini di classifica. Vediamo meglio quello che ha detto il campione sardo.

Le dichiarazioni di Fabio Aru

"Oggi abbiamo affrontato le prime vere salite dalla gara e ho avuto buone sensazioni.

C'è stata una grande battaglia per essere nelle posizioni iniziali per l'ultima salita. Sfortunatamente non sono stato in grado di conquistare una buona posizione, ma le mie gambe giravano bene e ho potuto trovare dello spazio per portarmi davanti. Sono abbastanza soddisfatto dalla mia condizione. Avrò l'opportunità di vedere a che punto è la mia preparazione ancora nelle prossime tappe che sono molto più adatte alle mie caratteristiche."

Queste la parole del "Cavaliere dei Quattro Mori" che sembra aver riconquistato non solo una buona condizione fisica, ma anche la fiducia in sé stesso e nelle sue capacità, fiducia che aveva iniziato a vacillare a maggio nel corso della seconda settimana del Giro d'Italia.

La Gara

La tappa è stata vinta da uno straordinario Michal Kwiatkowski, l'idolo di casa che conquista anche la leadership della classifica generale. Il campione nazionale polacco ha avuto il pieno appoggio della sua squadra, la Sky, di cui è capitano. La corazzata inglese si è riportata con facilità sulla fuga di giornata, controllando la corsa e gli avversari, come da suo solito. La corsa quindi è risultata priva di grandi sorprese e si è accesa solamente ai piedi della salita finale, come ha ricordato lo stesso Fabio Aru.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

La Sky ha lanciato l'azione di Kwiatkowski che ha affrontato il muro, con uno strappo finale al 15%, con una progressione regolare che gli ha permesso di riprendere e sopravanzare Richard Carapaz (Movistar), che aveva cercato di sorprendere gli avversari anticipandoli nelle prime fasi della salita, dove le pendenze risultavano più morbide.

Secondo posto di giornata per il belga Dylan Teuns (BMC Racing), vincitore del Tour de Pologne lo scorso anno, terzo posto per George Bennett (LottoNL-Jumbo).

I due completano anche il podio provvisorio della classifica generale.

Tra gli italiani si segnalano gli ottimi piazzamenti di Enrico Gasparotto (Bahrain-Merida), giunto ottavo, e di Davide Formolo (Bora-Hansgrohe), decimo, entrambi a sei secondi dal vincitore di giornata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto