Non solo la doppietta al Tour de France, ma per il Team Ineos sono arrivate altre grandi notizie nel weekend appena concluso. Mentre Egan Bernal e compagni festeggiavano sui Campi Elisi, il Team principal della squadra Dave Brailsford ha parlato delle condizioni di Chris Froome rilasciando delle dichiarazioni molto ottimistiche. A sole sei settimane dal terribile incidente occorsogli al Giro del Delfinato il campione britannico ha già ripreso a pedalare utilizzando la sola gamba sinistra.

La strada per tornare a gareggiare sarà ancora lunga per il campione britannico, ma nessuno immaginava che avrebbe fatto questi passi avanti a così poca distanza dall'incidente.

Froome, l’incidente al Delfinato

Era il 12 giugno quando il Team Ineos e tutto il mondo del Ciclismo furono scossi dalla notizia del terribile incidente di Chris Froome. Il quattro volte vincitore del Tour de France stava pedalando sul percorso della tappa a cronometro del Giro del Delfinato che avrebbe dovuto affrontare in gara dopo qualche ora.

La ricognizione di Froome finì però contro un muro dopo aver perso il controllo della bicicletta, probabilmente a causa del forte vento. Il campione riportò numerose fratture, quella del femore destro, del gomito e di alcune costole.

Da quel giorno Froome ha fatto degli enormi e insperati progressi. Dopo l’operazione e alcuni giorni passati in terapia intensiva il campione britannico è tornato a casa il 5 luglio.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Con la solita grinta e dedizione totale il vincitore del Giro 2018 si è messo subito al lavoro per iniziare la lunga strada verso il recupero che ha già dato i primi frutti concreti.

Brailsford: ‘Sta mettendo tutto sé stesso nella sua guarigione’

Se in molti avevano temuto che l’incidente del Delfinato potesse essere il punto finale della sua gloriosa carriera, ora Froome sta dando segnali molto incoraggianti sul suo ritorno.

Il campione ha cominciato a pedalare sui rulli utilizzando solo la gamba sinistra, quella non toccata dall’incidente. “E’ molto avanti rispetto a dove sperava di essere” ha dichiarato Dave Brailsford, Team principal della Ineos. “Nel tipico stile di Chris Froome sta mettendo tutto sé stesso nella sua guarigione. Speriamo di vederlo al Tour de France dell’anno prossimo” ha continuato il manager britannico respingendo quindi le ipotesi di un ritiro del quattro volte vincitore del Tour.

L’obiettivo di Froome sarebbe quello di puntare alla quinta maglia gialla nel 2020, quando la Ineos comporrebbe un tridente da favola composto anche da Egan Bernal e Geraint Thomas, contando quindi sugli ultimi tre vincitori della corsa più importante del ciclismo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto