Il Ciclismo è ormai pronto a vivere l’evento clou della stagione, il Tour de France. Quello che scatterà sabato 6 luglio da Bruxelles sarà un Tour molto particolare, dopo che queste settimane di avvicinamento sono state scandite da una lunga serie di forfait. Non ci saranno due terzi del podio uscente, Froome e Dumoulin, ed altri grandi campioni come Gilbert e Cavendish. La corsa si preannuncia più incerta rispetto alle ultime edizioni dominate in lungo e in largo dalla Sky, anche se lo squadrone britannico, ora rinominato Ineos, sarà sempre il punto di riferimento più importante in mezzo al gruppo.

Un Tour con due crono

Il Tour de France entrerà ben presto nel vivo, con tappe molto importanti già nella prima settimana. La partenza sarà sabato 6 luglio da Bruxelles con una frazione per velocisti che affronta il mitico muro fiammingo di Grammont nelle fasi iniziali. Già alla seconda tappa è in programma un appuntamento chiave come la cronosquadre di 27 km, sempre a Bruxelles, che darà i primi distacchi tra i favoriti. Il Tour continuerà in Francia con tre tappe mosse, in cui i velocisti dovranno guadagnarsi uno sprint per niente scontato, prima di arrivare alla frazione di Planche des Belles Filles, il primo arrivo in salita che darà una misura già chiara dei valori in campo.

Dopo una tappa per velocisti a Chalon sur Saone tornerà ad essere molto nervoso nelle successive giornate a Saint Etienne e Brioude, prima di altre due giornate che dovrebbero essere riservate agli sprinter. Alla 12esima frazione entreranno in scena i Pirenei con le scalate a Peyresourde e Orquette d’Ancizan prima degli ultimi 30 km di discesa verso Bagneres de Bigorre.

Il giorno successivo si chiuderà il conto con le cronometro: i corridori affronteranno l’unica prova individuale prevista dal Tour di quest’anno, un percorso di 27 km attorno a Pau, un appuntamento chiave per la maglia gialla.

Tante salite ad alta quota

Con la 14° tappa di giovedì 20 luglio si tornerà a salire per uno degli arrivi più attesi, quello sulla vetta del Tourmalet, la montagna pirenaica più classica.

L’ultima giornata sui Pirenei sarà a Foix, con i Gpm di Lers e Mur de Peguere prima dell’arrivo in quota di Prat d’Albis, 11.8 km al 6.9%.

Dopo il secondo giorno di riposo il Tour riprenderà con due giornata che dovrebbero essere interlocutorie, a Nimes e Gap, prima del trittico di tappe alpine che porterà i corridori a quote altissime, una delle caratteristiche più importanti del percorso di questo Tour de France. La prima delle tre sarà classicissima, con le storiche salite di Vars, Izoard e Galibier prima dell’arrivo di Valloire, la seconda sarà breve ed intensa, appena 127 km con l’Iseran e l’arrivo in salita di Tignes. Si chiuderà con un’altra tappa breve, 130 km, e con le lunghe salite di Cormet de Roselend e Val Thorens, sede d’arrivo dopo un’ascesa di 33 km al 5,4%.

Il finale del Tour sarà quello suggestivo e immutabile sui Campi Elisi, domenica 28 luglio.

Tante ore in tv

Il Tour de France godrà anche quest’anno di una copertura tv ricchissima. Il primo appuntamento è fissato già per giovedì 4 luglio con la presentazione delle squadre di Bruxelles. Rai Sport sarà in diretta dalle 17:15, mentre Eurosport inizierà alle 17:30. Da sabato 6 luglio ci saranno poi lunghissime dirette sia in tv che in streaming per tutte le tappe. Per la tv di stato il canale di riferimento sarà Rai Due, che sarà in diretta ogni giorno alle 14, anticipata nella tappa inaugurale e in quelle di alta montagna da un collegamento su Rai Sport. Dopo la corsa si continuerà con l’approfondimento di Tour Replay, sempre su Rai Due, mentre intorno alle 20 e successivamente a mezzanotte ci sarà un riassunto della giornata su Rai Sport.

Il Tour si potrà seguire anche in streaming su RaiPlay.

Eurosport trasmetterà invece tutte le tappe integralmente e quindi l’orario di inizio del collegamento varierà a seconda di quello di partenza, ma sarà indicativamente tra le 11 e le 13. A seguire tornerà l’approfondimento di Tour de France Extra e alle 21 il riassunto di Tour de France Today. Lo streaming sarà disponibile su Eurosport Player.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!