Un'altra giornata sulle Alpi attenderà venerdì 26 luglio 2019 i partecipanti alla 106ª edizione del Tour de France. In programma ci sarà la 19ª tappa da Saint-Jean-de-Maurienne a Tignes, con percorso di 126,5 Km.

La frazione proporrà 5 GPM, tra cui la salita del Col de l’Iseran, affrontato per 5 volte alla Grande Boucle. Il debutto avvenne nel 1949, quando fu Joseph Tacca a passarvi per primo in cima.

A distanza di 10 anni toccò a Adolf Christian (1959), mentre nel 1963 fu Fernando Manzanèque a giungere in vetta per primo.

Nelle prime tre occasioni venne affrontato il versante A, mentre nel 1992 si decise di imboccare la salita dal versante B. Quell’anno si registrò l’impresa storica di Claudio Chiappucci, nella frazione con arrivo a Sestriere. Si replicò nel 2007, quando fu Yaroslav Popovych a giungere in vetta per primo.

Quest’anno verrà affrontato il Col de l’Iseran dal versante A e lungo i suoi tornanti assisteremo senz’altro ad una lotta serrata tra i big della classifica generale. Per quanto riguarda Tignes, nel 2007 c’è stato l’unico arrivo di tappa. In quell’occasione s’impose Michael Rasmussen, che conquistò anche la Maglia Gialla al termine dell’8ª tappa con partenza da Le Grand-Bornand. Nell’attesa di scoprire chi vincerà stavolta, ricordiamo che sulle reti Rai verrà trasmessa la corsa in diretta tv.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Planimetria e altimetria della 19ª tappa

Dopo aver lasciato Saint-Jean-de-Maurienne si andrà in direzione di Saint-Michel-de-Maurienne, dopodiché avremo la prima difficoltà di giornata, rappresentata dalla Côte de Saint-André (GPM di 3ª categoria). Una salita di 3,1 Km con pendenze medie al 6,8%. Poco dopo si giungerà a Modane e si proseguirà verso il Montée d’Aussois (GPM di 2ª categoria). Misurerà 6,5 Km e proporrà pendenze medie al 6,2%.

Dopo alcuni saliscendi si andrà alla volta di Lenslebourg-Mont-Cenis, prima di imboccare le rame del Col de la Madeleine (GPM di 3ª categoria). La salita misurerà 3,9 Km con pendenze medie al 5,6%. Un lungo falsopiano porterà a Bessans, dove verrà posizionato il traguardo volante.

A questo punto si continuerà in direzione di Bonneval-sur-Arc, da cui inizierà la salita del Col de l’Iseran (GPM di Hors Catégorie).

Saranno 12,9 Km con pendenze medie al 7,5%, che porteranno fino a quota 2.770 metri di altitudine. In cime verranno assegnati anche secondi di bonus ai primi tre che vi transiteranno. La lunga discesa porterà a Val-d’Isère, poi si andrà alla volta di Tignes Les Brévières. Qui saremo ai piedi del Montée de Tignes (GPM di 1ª categoria). La salita misurerà 7,4 Km con pendenze medie al 7%. Quando si arriverà in cima mancheranno circa 2 Km al traguardo di Tignes, che avranno una leggera pendenza a salire.

Ci sarà terreno per attaccare, già dalla penultima salita per quei corridori attardati in classifica. Potremo vedere anche grandi distacchi dopo le fatiche del giorno precedente. Una volta archiviata questa frazione, ci attenderà la tappa da Albertville a Val Thorens con le ultime montagne prima della passerella conclusiva a Parigi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto