Dopo un’edizione senza arrivi su lunghe salite, la Tirreno-Adriatico 2020 tornerà sulle grandi montagne appenniniche. Il percorso non è ancora stato rivelato ufficialmente, ma le voci che circolano nell’ambiente del Ciclismo parlano di un probabile, se non certo, arrivo a Sassotetto. Si tratta di una salita già affrontata in passato dalla Corsa dei Due Mari: nel 2018 qui a vincere fu Mikel Landa davanti a Rafal Majka.

Tirreno-Adriatico, ancora partenza da Lido di Camaiore

La Tirreno-Adriatico 2020 dovrebbe essere presentata ufficialmente il prossimo 12 dicembre.

Intanto però ci sono già molte anticipazioni su quello che dovrebbe essere il percorso disegnato da RCS Sport. Si preannuncia una corsa molto rinnovata rispetto alla passata edizione, pur facendo tappa in luoghi ormai classici per la Tirreno. Come avviene dal 2015, il via sarà a Lido di Camaiore, in Versilia. Stavolta però l’organizzazione potrebbe scegliere di cominciare con una prima tappa in linea anziché con la crono-squadre vista nelle scorse edizioni. Si resterà ancora in Toscana per la seconda tappa con un probabile arrivo a Follonica, già sede d’arrivo nel 2018 con la volata vincente di Marcel Kittel. La Tirreno-Adriatico dovrebbe poi scendere nel Lazio, un po’ trascurato nelle passate edizioni, con un arrivo a Sacrofano.

Sassotetto per gli scalatori

Alla quarta tappa la Corsa dei Due Mari dovrebbe vivere uno dei suoi momenti decisivi. La Terni-Sarnano Sassotetto sarà infatti la giornata dedicata agli scalatori, con un arrivo al termine di una salita di circa 12 km. È la stessa ascesa vista nel 2018, quando Mikel Landa vinse in uno sprint ristretto davanti a Rafal Majka e George Bennett.

L’ultima parte della Tirreno-Adriatico dovrebbe riprendere il tema dei percorsi misti e contrassegnati dagli strappi che erano stati la caratteristica principale della passata edizione.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Ciclismo

La quinta tappa dovrebbe concludersi a Loreto, poi dopo un’altra giornata intermedia la corsa terminerà a San Benedetto del Tronto con la classica cronometro individuale di circa 10 chilometri.

La Tirreno-Adriatico 2020 dovrebbe contare sulla presenza di molti campioni che abitualmente scelgono questa corsa per aprire la parte più importante della stagione, come Peter Sagan, che alla Tirreno ha vinto sette tappe, e Vincenzo Nibali, due volte trionfatore nella classifica generale. Dovrebbero essere presenti anche Michal Kwiatkowski, Elia Viviani e Romain Bardet.

Una delle stelle più attese sarà però Mathieu Van der Poel, il campionissimo del ciclocross che si è subito imposto anche nel ciclismo su strada con prestazioni da favola. Il corridore olandese sarà presente alla Tirreno per la prima volta.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto