Domenico Pozzovivo sta tornando a sorridere e a pensare di nuovo alla sua vita da corridore dopo il grave incidente dello scorso agosto che poteva essergli fatale. Il corridore lucano fu travolto da una macchina mentre si stava allenando e riportò numerose fratture.

Ora Pozzovivo sta recuperando e ha firmato un contratto biennale con la sua nuova squadra, la NTT, quella che finora era conosciuta come Dimension Data, con l'obiettivo di ripresentarsi competitivo già al prossimo Giro d'Italia.

Il ricordo di Lambrecht

Era il 13 agosto quando il mondo del Ciclismo fu colpito dall'ennesima notizia di un grave incidente capitato ad un professionista, Domenico Pozzovivo. L'atleta lucano fu travolto da una macchina che aveva invaso la sua corsia e riportò dei danni molto gravi, con fratture multiple ed esposte al braccio e alla gamba sinistra. "Per la dinamica dell’accaduto mi sento un sopravvissuto, un miracolato", ha raccontato il corridore a La Gazzetta dello Sport, rivelando come la situazione fosse ancora più drammatica di quanto sia trapelato.

Pozzovivo era da poco rientrato dalla Polonia, da quella tragica corsa in cui perse la vita per una caduta Bjorg Lambrecht. Il 37enne di Policoro in quei momenti angosciosi ha pensato al giovane e sfortunato collega perito in Polonia: "Avevo visto il suo incidente da vicino - ha ricordato il ciclista - Ho temuto di avere le stesse conseguenze a causa del trauma. Un'emorragia interna e salutare questo mondo.

Avevo paura, poi si è arrestata spontaneamente".

'Manca educazione stradale'

Pozzovivo ha definito il suo incidente una "fatalità", ma ha sottolineato con forza ed amarezza la difficile situazione che i ciclisti - e non solo i professionisti - devono vivere sulle strade. "Manca educazione stradale, noi ciclisti siamo visti come abusivi sulla strada", ha dichiarato lo scalatore lucano che ora è pronto a concentrarsi sulla sua nuova avventura.

Il corridore non ha ottenuto il rinnovo di contratto dal Team Bahrain-Merida con cui ha corso nelle ultime due stagioni, ma ha trovato la fiducia di un'altra squadra del World Tour, la NTT, la formazione sudafricana conosciuta finora come Dimension Data. Nonostante il grave infortunio, l'ex corridore della AG2R ha già ritrovato dei buoni riscontri negli allenamenti effettuati a dicembre, ed è convinto di poter tornare competitivo. "So di poter tornare il Domenico Pozzovivo di prima, sì ce la farò", ha promesso il 37enne di Policoro.

La prossima sarà, per Pozzovivo, la sedicesima stagione nel ciclismo professionistico.

Ha debuttato nel 2005 con la Panaria Navigare, rimanendo nella formazione di Reverberi fino al 2012 per poi passare alla francese AG2R. Negli ultimi due anni ha corso con il Team Bahrain-Merida ed ora ha firmato un biennale con la NTT.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!