Passando dalla provincia di Siena a quella di Pistoia, ventiquattro ore dopo l’attesissima classica Strade Bianche, la Toscana sarà ancora protagonista del calendario ciclistico italiano mandando in scena domenica 8 marzo la 43esima edizione del Gran Premio Industria e Artigianato di Larciano. Organizzata dall’Unione Ciclistica Larcianese, la corsa (Uci Europe 1.Pro) con partenza e arrivo proprio nel piccolo borgo alle pendici del Montalbano sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport dalle ore 14:45 e, pertanto, sarà anche disponibile in diretta streaming su RaiPlay.

Attraversando uno splendido paesaggio collinare immerso nel verde, il percorso ricalca fedelmente quello dell’ultima edizione e avrà il suo punto nevralgico nelle salite di Fornello e San Baronto, entrambe da affrontare quattro volte. Con ben 12 formazione World-Tour al via la startlist si preannuncia di un certo spessore e, nella lista degli iscritti, dal sito ufficiale della gara, si leggono anche i nomi di Vincenzo Nibali e Fabio Aru, quest’ultimo chiamato dal Ct Davide Cassani per vestire la maglia della Nazionale.

Presenti inoltre l’alfiere della Jumbo Visma, Wout Van Aer, e il compagno di squadra dello ‘Squalo’ nella Trek Giulio Ciccone, recente vincitore del Laigueglia.

Percorso

Con partenza da Larciano alle ore 11:30 e arrivo sempre nello stesso luogo previsto intorno alle 16:30, il GP Industria e Artigianato di Larciano sarà anche valido come seconda prova della Ciclismo Cup, inaugurata come da tradizione con il Trofeo Laigueglia dello scorso 16 febbraio.

Il percorso ammonta a 199 km ed è suddiviso in due distinti circuiti, ognuno dei quali da ripetere quattro volte.

Il primo circuito di 22,3 km si snoda in pianura e non presenta difficoltà di rilievo, mentre il secondo di 27,5 km comprende le quattro ascese del Fornello, per salire poi a San Baronto dal suo versante più duro di Lamporecchio, da scollinare ugualmente per quattro volte con l’ultima a circa sei chilometri dall’arrivo.

Dopo la discesa che sussegue, gli ultimi chilometri sono in piano fino alla linea del traguardo posta in via Marconi.

Bitossi e Faresin i recordman al GP Larciano

Nato nel 1967 con Michele Dancelli primo iscritto nell’albo d’oro, nel corso delle edizioni il GP di Larciano ha visto tagliare per primo il traguardo a campioni del calibro di Vittorio Adorni, Felice Gimondi, Francesco Moser, Giuseppe Saronni, Pierino Gavazzi, Gianbattista Baronchelli, Marino Amadori, Damiano Cunego e Vincenzo Nibali, ma anche Roger De Vlaeminck e in tempi più recenti Adam Yates, mentre lo scorso anno si è imposto il tedesco Maxmilian Schachmann.

Il record di vittorie (3) appartiene a Franco Bitossi e Gianni Faresin, con quest’ultimo che in coincidenza del trionfo nell'edizione del 1997 vinse anche il titolo di campione italiano di cui era inoltre valevole quella gara.

Segui la nostra pagina Facebook!