L'unica certezza, in attesa che la stagione 2020 della Formula 1 possa davvero iniziare e su questo non ci sono sicurezze, è che Sebastian Vettel non sarà più alla guida della Ferrari nel 2021. Il Cavallino ha ufficializzato le sue prossime mosse, prima ha comunicato il divorzio con il tedesco, poi ha confermato l'arrivo di Carlos Sainz in rosso, sarà dunque lo spagnolo 'figlio d'arte' il compagno di Charles Leclerc nel prossimo Mondiale. Sul futuro di Vettel, invece, non ci sono certezze: nemmeno quella che il quattro volte campione del mondo decida di proseguire la sua storia già ricca di vittorie nel più importante circo automobilistico del mondo.

Una soluzione però potrebbe arrivare dalla sua Germania, secondo le dichiarazioni che il manager Toto Wolff ha rilasciato all'emittente austriaca ORF, riprese dal quotidiano sportivo tedesco Kicker. Vettel alla Mercedes non è solo un'indiscrezione, ma ci sarebbe un'apertura da parte della scuderia campione del mondo in carica.

Wolff: 'Vettel è senza dubbio un gran pilota'

La Mercedes sarebbe dunque pronta ad inserirsi nel 'matrimonio finito' tra Seb e Ferrari provando a convincere il pilota con validissime motivazioni che non sono tanto economiche, ma soprattutto 'nazionalistiche'. "La prima cosa da considerare sono le prestazioni future - ha detto Toto Wolff - perché Vettel è senza dubbio un gran pilota, ma la nostra strategia a lungo termine è la cosa più importante da perseguire.

Noi abbiamo una filosofia alla Mercedes che ci ha permesso di vincere ciò che abbiamo vinto negli ultimi anni e non va cambiata". In pratica, Wolff ammette che la prima cosa da fare sarà concentrarsi su Hamilton e Bottas, i due attuali portacolori della Mercedes. Vettel sarebbe invece "una variante", lui usa questo termine per definire il quasi ex Ferrarista (sarà comunque in rosso fino alla fine dell'anno, ndr).

Poi ha parlato esclusivamente di Vettel, sottolineando che "può decidere se continuare o smettere, comunque un pilota tedesco al volante di una vettura tedesca sarebbe davvero una bella storia a livello di marketing, ma non possiamo o dobbiamo decidere solamente noi".

Il manager della Mercedes non si sbilancia sui contratti di Hamilton e Bottas

Piuttosto il principale nodo da sciogliere in casa Mercedes sono gli attuali contratti di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas che vanno in scadenza il prossimo anno, ma Wolff preferisce non sbilanciarsi sull'argomento sottolineando che il team è principalmente concentrato su cosa accadrà in questa stagione. Sulla prossima, al di là dei piloti in scadenza, c'è anche la situazione di George Russell. Il 22enne britannico alla Williams dal 2019, ma formato nello Junior Program Mercedes e arrivato in Formula 1 come collaudatore delle vetture tedesche. "Vedremo cosa fare", dice ancora il Team Principal della scuderia campione del mondo, evidenziando che "Russell non è al primo posto in agenda in questo momento" e citando ancora una volta la "variante Vettel".

Segui la pagina Formula 1
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!