Un nuovo grande appuntamento con l'atletica paralimpica attende atleti e sostenitori della disciplina. È infatti tutto pronto per sabato 25 luglio a Castiglione della Pescaia, in provincia di Grosseto, per l'esordio in pedana del discobolo orgoglio nazionale delle Fiamme Azzurre, medaglia d'argento ai Campionati Mondiali di Dubai dello scorso 2019, Oney Tapia.

Insieme a lui, quattro lanciatori e tre sprinter gareggeranno al fine di raccogliere le prime indicazioni tecniche per la ripartenza dell'attività agonistica dopo lo stop obbligato causato dal lockdown. Nell'ultima uscita il campione europeo, nella rassegna iridata di novembre, si era espresso con una misura di lancio di 42,50 metri.

Gli atleti, in questa circostanza, saranno accompagnati da Francesco La Versa e Nadia Checchini, tecnici nazionali del settore lanci, che ne valuteranno le condizioni tecnico-prestative e performative, monitorandoli con specifici incontri personalizzati.

Atletica paralimpica, da Tapia a Cipelli i grandi nomi tornano in pedana

Ad accompagnare il ritorno in pedana di Oney Tapia, ci saranno altri nomi importanti, come quello del tesserato Trionfo Ligure Lorenzo Tonetto, reduce dal meeting di Savona della settimana scorsa, durante il quale si è avvicinato di poco meno di 40 cm al record italiano per la categoria F64, in questa occasione l'atleta sarà impegnato nella specialità a lui più congeniale: il lancio del disco.

Altri grandi nomi che affronteranno la propria fase di test sono quello del primatista azzurro del tiro del giavellotto per la categoria F63 Stanislav Ricci (al secolo, Francesco Francia) e quelli del pesisti Antonio Acciarino (tesserato Athletic Terni per la categoria F63) e Nicky Russo (tesserato con l'Atletica Virtus Cassa di Risparmio di Lucca) per la categoria F37.

Il turno dei velocisti

Tra i velocisti partecipanti al meeting, tre atleti reduci dalla prima performance outdoor al Sempione 82, nonché neocampioni italiani dei 60 metri indoor: Alessandro Ossola (categoria T63), Riccardo Cotilli (categoria T64) e Lorenzo Marcantognini (categoria T63) che saranno impegnati nei 100 metri a categorie accorpate.

Ieri sera, 23 luglio, ad Alessandria, è stato il turno del lunghista (amputato categoria T64) Roberto La Barbera.

In occasione del Trofeo Anguria di Bergamo, che si svolgerà domenica prossima, sarà presente Simone Manigrasso delle Fiamme Gialle. La sua ultima prestazione nei 100 metri nella categoria T64 ai Mondiali di Dubai, aveva fatto storia, segnando un nuovo record nazionale con il tempo di 11''37''', misura che gli è valsa il sesto posto iridato.

I prossimi appuntamenti previsti dal programma Fispes

Le altre gare targate Fispes (Federazione italiana sport paralimpici e sperimentali) si svolgeranno nel fine settimana a Treviso e vedranno la partecipazione delle primatiste assolute tesserate Veneto Special Sport, Agnese Caon (getto del peso categoria F41) e Francesca Cipelli (salto in lungo categoria F37).

Mentre il tesserato Arco Club Gela Salvatore Bianca farà il suo esordio ad Avola nel salto in lungo per la categoria T20 (disabilità intellettiva).

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!