La sfida tra i velocisti puri del Tour de France ricomincia da dove era finita un anno fa a Parigi. Caleb Ewan ha imposto il suo sprint sul traguardo di Sisteron, sede d’arrivo della terza tappa. Il velocista della Lotto Soudal, vincitore di tre tappe nella passata edizione, si è confermato il più esplosivo e funambolico tra gli sprinter attuali, compiendo una spettacolare rimonta zigzagando nel finale tra Sagan e Bennett. Ewan è andato a vincere davanti a Bennett e Nizzolo al termine di una tappa percorsa ad andatura lenta e che ha confermato la maglia gialla sulle spalle di Julian Alaphilippe.

Tour de France, vento e fuga solitaria

Dopo due giorni molto impegnativi il Tour de France si è preso una tappa da vivere più in tranquillità. Il percorso di 198 km da Nizza a Sisteron prometteva un’occasione per i velocisti e la situazione che si è creata ha favorito ulteriormente questa soluzione. Nelle fasi iniziali è partito in fuga un corridore da solo, Jerome Cousin del Team Total Direct Energie. Il vento per lo più contrario e la presenza di un corridore solitario al comando hanno rallentato la marcia della corsa, facendo rimanere il gruppo tranquillo in attesa della volata finale.

La situazione si è un po’ animata solo per i passaggi sui quattro Gpm di giornata, con la lotta per la maglia a pois che però si è decisa in modo molto sfortunato. Dopo aver conquistato i punti per vestire la prestigiosa maglia, Anthony Perez si è dovuto ritirare a causa di una caduta.

Ottimo sprint di Ewan

Cousin è rimasto al vento fino ad una quindicina di chilometri dall’arrivo, quando il gruppo, tirato quasi sempre dalla Deceuninck Quickstep, si è finalmente deciso ad andare a prenderlo.

L’andatura è poi aumentata in vista dello sprint, anche se il vento contrario ha cambiato le carte in tavola, costringendo all’attesa i favoriti e le rispettive squadre. Sagan ha lanciato la volata per primo, ma si è visto rimontare da Sam Bennett. Più da dietro Caleb Ewan ha disegnato una traiettoria magica per sorpassare prima Sagan vicino alle transenne e poi uscire a centro strada con uno spunto micidiale. L’australiano ha superato a doppia velocità Bennett andando a vincere la sua quarta tappa al Tour de France. Al terzo posto è arrivato Nizzolo, che ha sofferto di qualche problema di stomaco in questo inizio di Tour, quindi Hofstetter e Sagan. Tra i primi dieci si sono piazzati anche Trentin, ottavo, e Bonifazio, Decimo, mentre Elia Viviani non è riuscito a farsi largo nel finale ed ha chiuso nelle retrovie.

La classifica generale è rimasta invariata con Julian Alaphilippe ancora in maglia gialla alla vigilia del primo arrivo in salita del Tour, quello che domani porterà i corridori ad Orcieres Merlettes.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!