Domenico Pozzovivo, scalatore italiano di 37 anni, è stato protagonista di una brutta caduta avvenuta durante la prima tappa del Tour de France. Durante la corsa molti corridori sono finiti a terra a causa dell'asfalto scivoloso e del maltempo, ma l'incidente accorso al ciclista lucano non è stato causato dalla pioggia quanto da un comportamento senza dubbio errato tenuto da un fan presente a bordo strada. A raccontarlo è lo stesso scalatore in alcune sue storie pubblicate sul proprio profilo Instagram.

Pozzovivo caduto a causa di un tifoso: 'Gomito distrutto'

Le parole utilizzate dallo scalatore 37 enne denotano tutta la sua delusione e rabbia per ciò che è avvenuto: "Grazie allo spettatore che, pensando bene di farsi un selfie, mi ha centrato sul casco con il suo telefono e facendo cadere me e altri 20 corridori a più di 50 km/h, distruggendo di nuovo il mio gomito!”.

Nonostante l'accaduto, comunque, lo sfortunato corridore (che lo scorso anno era stato protagonista di un brutto incidente durante un allenamento) è riuscito a risalire in sella alla propria bici ed appare in grado di proseguire il Tour.

La Ntt Pro Cycling lancia un appello agli spettatori: 'State indietro quando passa la corsa'

Sul fatto è intervenuta direttamente anche la Ntt Pro Cycling, ovvero il team di Pozzovivo. Attraverso un post pubblicato sul proprio profilo ufficiale di Twitter, la squadra ha lanciato un appello a tutti gli appassionati e spettatori di Ciclismo: "Vorremmo fare un appello a tutti gli spettatori di stare indietro nel momento in cui passa la corsa. Domenico Pozzovivo è caduto in seguito a un braccio disteso di un fan che provava a fare una foto.

Ciò ha causato una caduta che ha coinvolto venti corridori".

Nonostante questo episodio, nella giornata di oggi, martedì 31 agosto, il Tour de France correrà la sua terza tappa. La partenza sarà prevista per Nizza, mentre l'arrivo sarà a Sisteron. Una frazione lunga 198 km, che in apparenza potrebbe essere adatta ai velocisti (come, ad esempio, gli azzurri Giacomo Nizzolo ed Elia Viviani) ma che potrebbe anche regalare qualche sorpresa: in tutta la tappa, infatti, ci saranno più di 3 mila metri di dislivello.

Sono ben 4 i Gran Premi della Montagna previsti: tre sono di terza categoria (il Col du Pilon, il Col de la Faye e il Col des Leques) mentre l'altro è di quarta categoria (Col de l’Orme). L'orario di partenza è fissato per le 12:10, mentre l'arrivo è previsto per le 17:15.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!