Il consueto appuntamento del giovedì con la trasmissione di Rai Sport Radio Corsa ha riservato una notizia bomba a tutti gli appassionati di Ciclismo. Nel suo spazio dedicato alle indiscrezioni sul futuro dei grandi campioni, Beppe Conti ha annunciato il passaggio di Vincenzo Nibali dalla Trek Segafredo alla Ineos Grenadiers per la stagione 2022, probabilmente l’atto finale della carriera del campione siciliano. La notizia è stata però prontamente smentita da Alex Carera, manager di Nibali, che ha ammesso l’intenzione di continuare a correre oltre la durata del contratto attuale, ma ha negato ogni trattativa o contatto con la Ineos.

Nibali e la Ineos insieme?

Beppe Conti, sempre informatissimo sul tema delle trattative e degli intrecci del ciclo mercato e di tutto quello che avviene nel dietro le quinte del ciclismo, ha lanciato una vera bomba nel suo spazio ''L’indiscreto'' all’interno della rubrica tv Radio Corsa, andata in onda ieri. Il giornalista piemontese ha annunciato che Vincenzo Nibali concluderà la propria carriera nel 2022 con la Ineos Grenadiers, passando al team britannico dopo la scadenza del suo attuale contratto con la Trek Segafredo, fissata al 31 dicembre 2021. Secondo la ricostruzione di Conti a favorire questo clamoroso cambio di squadra sarebbe la Pinarello, il marchio di biciclette che fornisce da molti anni la Ineos e con cui Nibali ha iniziato la sua carriera da professionista nell’ormai lontano 2005 in maglia Fassa Bortolo.

L’accostamento tra Nibali e la squadra britannica non è comunque una novità. In passato ci sono stati dei contatti tra le parti, sia quando il campione ha lasciato la Liquigas per passare alla Astana, sia quando è approdato al Team Bahrain, tutte voci e trattative che non hanno mai portato a niente di concreto.

Carera: ‘Un altro anno di corse, ma nessuna richiesta dalla Ineos’

L’indiscrezione lanciata da Beppe Conti ha suscitato molte reazioni ed è stata rilanciata anche dai media internazionali. Il manager di Vincenzo Nibali, Alex Carera, è così intervenuto per mettere a tacere queste voci, smentendo categoricamente ogni approccio con la Ineos per discutere di un futuro contratto.

Carera ha confermato che il suo campione è intenzionato a prolungare la carriera oltre la scadenza del suo attuale contratto con la Trek, a fine 2021, ma che l’opzione principale è quella di un prolungamento con il team diretto da Luca Guercilena. “E’ molto probabile che Vincenzo possa decidere di correre almeno un altro anno. In ogni caso richieste da parte di Ineos non ne abbiamo assolutamente ricevute” ha dichiarato Carera a Tuttobiciweb, confermando che per un futuro oltre il 2021 “la prima scelta è la Trek”.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!