Il sodalizio tra Giovanni Visconti e la Vini Zabù di Angelo Citracca e Luca Scinto sembrava ben saldo e destinato a durare fino al termine della carriera del corridore siciliano. L’ex Campione d’Italia era stato lanciato nel Ciclismo professionistico proprio da questo team, allora formazione della categoria under 23, nell’ormai lontano 2005. Nella sua lunga carriera Visconti è tornato poi per due volte da Citracca, ma quest’ultima esperienza si è conclusa inaspettatamente e lasciando una certa freddezza. Nonostante gli ottimi risultati raggiunti anche in questa strana stagione, la Vini Zabù non ha menzionato Visconti nel bilancio di fine anno e il corridore ha replicato a questo atteggiamento definendolo poco professionale.

Visconti, tre volte con Citracca e Scinto

Dopo gli anni da under 23 e l’approdo al ciclismo professionistico con la Domina Vacanze e la Quickstep, Visconti era tornato da Citracca e Scinto nel 2009, quando la squadra toscana era denominata ISD Cycling Team. In questo triennio il corridore siciliano raggiunse grandi risultati, vincendo due volte il titolo di Campione d’Italia, classiche come la Coppa Agostoni e il Trofeo Melinda, e decidendo di tornare poi nel World Tour con la Movistar e successivamente con il Team Bahrain.

Nel 2019 ecco la terza esperienza nel team toscano, stavolta sotto il nome di Neri Sottoli e quindi Vini Zabù in quest’ultima stagione. Visconti si è imposto come il punto di riferimento del team anche in questa nuova esperienza che sembrava l’ultima pagina di una lunga e ricca carriera.

Invece la squadra ha proposto un taglio dell’ingaggio al corridore per il rinnovo del contratto e alla fine Visconti ha firmato per la Bardiani CSF, un cambio di casacca che promette di spostare gli equilibri tra le formazioni Professional italiane.

La Vini Zabù sembra non aver preso molto bene questa scelta del suo ormai ex corridore. Nonostante sia stato l’uomo che ha portato i risultati migliori alla squadra, Visconti non è stato menzionato nel post che il team ha pubblicato sui social per salutare il 2020.

‘Guardo e passo’

A conferma che l’addio con la sua ex squadra si è consumato con qualche attrito, Visconti ha voluto replicare a questo post.

Il corridore siciliano ha raccontato di aver voluto indossare per un’ultima volta la maglia della Vini Zabù allenandosi anche il 31 dicembre, nonostante una giornata di brutto tempo. “Ho voluto salutare la mia ormai ex squadra e ho voluto farlo con la grinta e la professionalità che mi ha sempre contraddistinto” ha scritto l’ex Campione d’Italia, sottolineando come la Vini Zabù lo abbia invece cancellato dai suoi saluti. “Nel loro post di saluti al 2020 non ho trovato la stessa professionalità ma come mi ha sempre insegnato qualcuno guardo e passo” ha scritto Visconti.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!