Il precoce ritiro di Caleb Ewan è stato uno degli spunti che ha creato maggiori polemiche e discussioni nell’ultimo Giro d’Italia. Il velocista australiano ha iniziato la stagione con l’intento di vincere almeno una tappa in ognuno dei tre grandi giri. Il primo passo è stato compiuto al Giro, dove il corridore australiano ha centrato due successi, a Cattolica e a Termoli, già nella prima settimana di corsa. Appena messa a segno la doppietta e quindi il primo mattone per il suo obiettivo stagionale, Ewan ha abbandonato la corsa rosa. All’indomani della volata vincente di Termoli, il corridore della Lotto Soudal si è ritirato pochi chilometri dopo la partenza da Foggia.

Ewan: ‘Avevo cambiato i pedali’

Quel ritiro dopo appena otto tappe ha suscitato forti polemiche. Il corridore e la sua squadra hanno motivato questa scelta con un infortunio al ginocchio rimediato in una caduta all’inizio della corsa, ma in molti non hanno creduto a questa versione, pensando che Ewan si sia ritirato solo per non affrontare le tappe più impegnative del Giro e risparmiare energie in vista delle altre corse, Tour de France su tutte.

Particolarmente severo sull’atteggiamento di Ewan è stato Eddy Merckx, il campione più vincente della storia del Ciclismo, uno che non amava certo ritirarsi per risparmiare la gamba. Merckx ha accusato il corridore della Lotto Soudal di scarsa professionalità e di mancanza di rispetto per il Giro d’Italia, chiedendo anche una sanzione nei suoi confronti.

A distanza di quasi un mese Caleb Ewan è tornato a parlare di quel discusso episodio, fornendo una versione nuova sulle motivazioni del suo ritiro dal Giro. L’australiano ha spiegato di aver parlato con Merckx e di aver chiarito la situazione. “Eddy non avrebbe dovuto parlare, non conosceva l’intera storia. Avevo cambiato i miei pedali e quindi la mia posizione non era del tutto corretta” ha raccontato Ewan.

‘Ho sentito qualcosa al ginocchio’

A causare l’infortunio al ginocchio che ha portato Caleb Ewan a ritirarsi dal Giro d’Italia salendo in ammiraglia dopo pochi chilometri dal via dell’ottava tappa, sarebbe dunque stata la posizione leggermente diversa assunta dopo il cambio di pedali. Il velocista australiano ha faticato nelle fasi iniziali di quella frazione, che si sarebbe poi conclusa a Guardia Sanframondi con il successo di Victor Lafay.

“L’inizio è stato duro e ho sentito qualcosa al ginocchio che non andava. Ho dovuto valutare subito se fermarmi o continuare con il rischio di subire un grave infortunio” ha spiegato Ewan, che ha poi raccontato di aver ricevuto le scuse di Eddy Merckx.

Dopo il ritiro al Giro d’Italia, è già tornato a correre e a vincere, andando a segno per due volte al Giro del Belgio della scorsa settimana, l’ultima corsa di preparazione in vista del grande appuntamento con il Tour de France.