Ultimo giorno di corse alle Olimpiadi di Tokyo 2020 per il ciclismo su strada. Archiviate le gare in linea, mercoledì 28 luglio è la volta delle due prove a cronometro per concludere il programma. Nella notte italiana, mattina e pomeriggio giapponese, saranno in corsa prima le donne e poi gli uomini per una giornata che si preannuncia spettacolare e dagli esiti incerti.

Tra le donne lo squadrone olandese con Annemiek Van Vleuten e Anna van der Breggen parte con i favori del pronostico. La gara maschile promette una sfida appassionante, con Filippo Ganna che parte da numero uno della specialità, ma che dovrà fare i conti con un tracciato non ideale per le sue caratteristiche e con avversari in grande forma, a partire da Wout van Aert.

Donne: la Dygert tra le olandesi

Ad aprire la giornata delle cronometro di Ciclismo di Tokyo 2020 sono le donne. Le partenze iniziano alle 4:30, ora italiana, di mercoledì 28 luglio. Il tracciato misura 22,1 km, con partenza ed arrivo all’interno dell’autodromo del Fuji. Si tratta di un percorso impegnativo, praticamente senza tratti pianeggianti. Dopo il via si scende per circa tre chilometri, per poi affrontare un tratto di saliscendi che portano alla salita più importante della corsa, che misura poco più di cinque chilometri ed ha una pendenza media sul 4%. Il tratto più duro è in prossimità dello scollinamento, dopodiché una discesa riporta nei pressi dell’autodromo, in cui si entra dopo aver affrontato un’altra salita di un paio di chilometri al 4,5%.

Il finale è nel circuito, anch’esso caratterizzato da alcuni saliscendi.

Il pronostico della cronometro femminile di Tokyo 2020 si divide principalmente su tre nomi, le due olandesi Anna Van der Breggen e Annemiek Van Vleuten, e l’americana Chloe Dygert. Quest’ultima è reduce dal grave infortunio rimediato ai Mondiali dello scorso anno a Imola ed è una specialista assoluta delle crono che corre pochissimo durante la stagione del ciclismo su strada.

Se le olandesi sono due certezze per la corsa al titolo, la Dygert è la variabile che può far saltare il banco. L’Italia schiera Elisa Longo Borghini, bronzo nella gara in linea e quinta nella crono di Rio 2016. Non è tra le favorite, ma su un percorso così impegnativo può conquistare un ottimo piazzamento.

Ganna e van Aert favoriti tra gli uomini

Alle 7 della mattina italiana di mercoledì 28 luglio tocca infine agli uomini chiudere il programma del ciclismo su strada di Tokyo 2020. Il percorso è lo stesso della prova femminile, ma da percorrere per due volte per un totale di 44,2 km e ben 846 metri di dislivello. Le partenze sono scaglionate in tre diversi gruppi per non creare traffico e trenini di corridori, visto che si affrontano due giri del circuito.

Il numero uno delle cronometro nelle ultime due stagioni è indiscutibilmente Filippo Ganna, ma un percorso con un dislivello così alto sembra favorire alcuni dei suoi avversari, in particolar modo un Wout van Aert apparso in condizioni splendide nelle ultime settimane.

La crono preannuncia un duello stellare tra i due, ma con il possibile inserimento di diversi altri specialisti, a partire da Rohan Dennis, un corridore che sa prepararsi al meglio per questi grandi appuntamenti, come testimoniano i due titoli iridati della specialità.

Attenzione poi a Remco Evenepoel e Primoz Roglic, corridori leggeri che possono ben adattarsi ad un percorso con queste caratteristiche, che potrebbe mettere più in difficoltà uomini di peso come Kasper Asgreen, Remi Cavagna e Stefan Kung. Da non dimenticare è l’americano Brandon McNulty, grande protagonista della corsa in linea, mentre una mina vagante è Tom Dumoulin, che ha classe ed esperienza, ma ha pochissime corse nelle gambe.

Non ci sarà invece Tadej Pogacar. La Slovenia aveva infatti un solo posto a disposizione per questa crono olimpica ed è stato riservato a Roglic. Oltre a Ganna l’Italia schiera anche Alberto Bettiol, a caccia di un buon piazzamento.

Ecco gli orari di partenza dei favoriti della crono di Tokyo 2020.

  • 7:59:00 Remco Evenepoel
  • 8.00.30 Alberto Bettiol
  • 8.55.00 Brandon McNulty
  • 8:56:30 Tom Dumoulin
  • 8:58:00 Joao Almeida
  • 8:59:30 Kasper Asgreen
  • 9:01:00 Primoz Roglic
  • 9:02:30 Geraint Thomas
  • 9:04:00 Rohan Dennis
  • 9:05:30 Remi Cavagna
  • 9:07:00 Stefan Küng
  • 9:08:30 Wout van Aert
  • 9:10:00 Filippo Ganna.