L'Italia femminile di Pallavolo si è laureata campione d'Europa per la terza volta nella sua storia. Nella finale della massima competizione continentale, giocata nella serata di sabato 4 settembre, le ragazze italiane guidate dal Ct Mazzanti hanno battuto a domicilio la Serbia per 3-1 alla Stark Arena di Belgrado.

Grande prestazione delle azzurre nella finale di Belgrado

Riprendersi dopo la delusione delle recenti Olimpiadi di Tokyo (eliminazione ai quarti di finale contro la Serbia), non era facile né scontato. Ma le ragazze dell'Italvolley ce l'hanno fatta: a questi campionati europei hanno sempre offerto delle prestazioni eccellenti, ottenendo solo vittorie.

Nel girone iniziale le azzurre avevano vinto tutte e cinque le partite, così come erano poi riuscite ad avere la meglio sul Belgio agli ottavi di finale, sulla Russia ai quarti e sull'Olanda in semifinale.

Nella finale europea di Belgrado proprio contro la Serbia, le azzurre Egonu, Malinov, Sylla, Chirichella e le altre hanno giocato la loro miglior partita dell'anno battendo la “bestia nera” serba con il punteggio di 3-1 (parziali 24-26, 25-22, 25-19, 25-11). Dopo 12 anni dall'ultima vittoria europea della nazionale femminile (nel 2009 in Polonia), le azzurre hanno quindi saputo riprendersi l'oro continentale.

Pur concedendo il primo set alle loro avversarie, le giocatrici di coach Mazzanti non si sono scoraggiate e sono riuscite subito riprendere a in mano il filo del gioco e a vincere i successivi tre parziali, con in particolare un quarto set giocato in modo magistrale non facendo opporre nessuna resistenza alle ben quotate avversarie.

La migliore in campo è stata Paola Enogu con 29 punti, seguita da Myriam Sylla con 20, a seguire Pietrini con 13 e Danesi con 8.

L'azzurra Paola Enogu. inoltre, è stata premiata anche come la migliore giocatrice del torneo continentale.

Il commento soddisfatto di coach Davide Mazzanti

Ovviamente molto felice di questo successo è stato l'allenatore azzurro, coach Davide Mazzanti, il quale ha dichiarato: “Un oro bellissimo, credo che le ragazze abbiano fatto qualcosa di straordinario.

Abbiamo trascorso un'estate complicata e non riesco a trovare le parole per descrivere quello che sto provando. Le giocatrici sono state bravissime e il segreto è stato quello di tornare e divertirsi in campo. Un risultato importante, dopo tanta sofferenza”.