Tadej Pogačar ha lanciato una sorta di avvertimento in vista della stagione di ciclismo che sta per iniziare. Il campione sloveno, dominatore nel 2021 con le vittorie al Tour de France, alla Liegi e al Lombardia, si sta allenando in Spagna insieme ai compagni di squadra della UAE Emirates. Pogačar ha caricato su Strava, una app utilizzata per condividere i dati degli allenamenti, una prestazione davvero super. Nonostante i principali obiettivi della stagione siano ancora lontani alcuni mesi, il capitano della UAE ha fatto capire di essere già in grande condizione di forma stabilendo il nuovo record di scalata al Coll de Rates.

Tadej Pogačar, l’allenamento sulla Sierra del Ferrer

Tadej Pogačar e tutta la UAE Emirates si trovano attualmente ad Alicante, in Spagna, per il classico raduno di preparazione all’avvio della stagione agonistica. Il vincitore del Tour de France si sta impegnando a fondo nei suoi allenamenti, come dimostrano i dati che ha caricato su Strava, l’app di riferimento tra professionisti e pedalatori di ogni livello per condividere i propri giri in bicicletta.

Pogačar ha pubblicato un allenamento che ha svolto sulla Sierra del Ferrer, la catena montuosa nei dintorni di Alicante. Il campione sloveno ha pedalato per 190 chilometri superando quasi 4.000 metri di dislivello. Più che la mole di lavoro, è però l’intensità di alcune fasi di questo allenamento a colpire.

Pogačar sembra essere già molto avanti nella sua preparazione. Il corridore della UAE ha infatti stabilito un nuovo record di scalata ad una delle salite più dure della Sierra del Ferrer, il Coll de Rates. Si tratta di una salita affrontata anche nella scorsa edizione della Vuelta Espana. La scalata misura 9.7 km e ha una pendenza media del 6,6%.

Pogačar l’ha superata in 24 minuti e 50 secondi, ad una media oraria di 23,5 e con una VAM di 1558. Quest’ultimo dato rappresenta la velocità ascensionale media, ossia i metri di dislivello superati in un’ora di sforzo. Il dato segnato da Pogačar è paragonabile a quelli rilevati nelle migliori scalate del Tour de France, ed anche se è difficile fare paragoni in termini assoluti, dà un'idea di quanto sia buona la condizione di forma del campione sloveno in questo periodo di bassa stagione.

‘Spero di fare due grandi giri’

Dal ritiro spagnolo della UAE Emirates, Tadej Pogačar ha anche parlato in conferenza stampa, ufficializzando quelli che saranno i suoi obiettivi stagionali. “Spero di fare due grandi giri quest’anno, il Tour de France e la Vuelta Espana. Non puoi mai sapere cosa può succedere durante la stagione, ma è quello che mi piacerebbe fare” ha dichiarato il campione sloveno, che tornerebbe così alla Vuelta dopo il pirotecnico esordio del 2019, quando vinse tre tappe e arrivò terzo nella classifica generale.

“E’ stato il mio primo grande giro, ho dei bei ricordi lì e voglio riviverli” ha aggiunto Pogačar.

Il capitano della UAE Emirates aggiungerà al suo programma di corse anche una nuova classica monumento, il Giro delle Fiandre. Pogačar non ha mai corso la classica fiamminga ed ha deciso di partecipare anche per fare esperienza in vista della tappa del Tour de France che prevede alcuni tratti di pavè. “È una delle corse più grandi ed è una nuova sfida per me. Di sicuro mi aiuterà per il Tour” ha commentato Tadej Pogačar.