Sono sempre Wout van Aert e Tadej Pogačar i grandi protagonisti del Tour de France. Il campione belga ha risposto alla doppietta dello sloveno in giallo firmando anche la tappa di Losanna, l'ottava della corsa. La tappa è partita con un brivido per una maxicaduta in cui sono rimasti coinvolti molti big, tra cui anche lo stesso Pogačar, e che è costata il ritiro a Vermaerke. La corsa si è poi assestata con una fuga da lontano, in cui si è inserito anche Mattia Cattaneo, ma con il gruppo pronto a controllare ed annullare tutto. La soluzione è stata con uno sprint in cima alla salitella di cinque chilometri verso lo stadio di Losanna, in cui Wout van Aert ha imposto uno spunto prepotente per vincere davanti a Matthews.

Tour de France, ritiro di Vermaeke

L'ottava tappa del Tour de France ha portato i corridori in Svizzera, con l'arrivo di Losanna posto in cima ad una salita di cinque chilometri. La corsa è partita con diversi scatti, ma a caratterizzare l'avvio è stata una maxicaduta avvenuta dopo circa dieci chilometri. Nel groviglio che si è generato sono rimasti coinvolti anche la maglia gialla Tadej Pogačar, Geraint Thomas, Romain Bardet, Nairo Quintana, Peter Sagan e Aleksandr Vlasov. Tutti sono riusciti a riprendere la corsa, tranne il belga Kevin Vermaerke, che è stato costretto al ritiro.

La caduta ha favorito una fuga con Mattia Cattaneo, Fred Wright e Frederik Frison.

I tre erano scattati poco prima dell'incidente, che ha costretto il gruppo a rallentare facendo prendere un buon vantaggio agli attaccanti. La situazione è però rimasta sempre nel pieno controllo del gruppo, pilotato a lungo dalla BikeExchange di Matthews, con il supporto di UAE e Jumbo. Frison è stato il primo ad arrendersi tra i fuggitivi, poi anche Cattaneo si è arreso nel finale, finchè Wright si è visto raggiungere all'inizio della salita verso il traguardo dello stadio di Losanna.

Pogačar allunga in classifica

Tadej Pogačar si è portato minacciosamente davanti al gruppo con lo scudiero Rafal Majka, che ha tenuto alto il ritmo inibendo ogni tentativo di attacco. Tutto si è così risolto allo sprint. Wout van Aert è sembrato finire in un vicolo cieco, ma nelle semicurve finali ha trovato strada libera per andare a rimontare in maniera prepotente Matthews e conquistare la sua seconda vittoria di tappa in questo Tour de France, l'ottava in carriera. Pogačar è finito al terzo posto, dando un'altra dimostrazione di forza notevole e prendendo altri 4'' di abbuono. Da segnalare anche il buon quinto posto di Alberto Bettiol.

La classifica generale è rimasta invariata nelle posizioni, con Pogačar più che mai leader grazie agli abbuoni. Vingegaard è ora a 39'' e Thomas a 1'14''.