Le straordinarie vittorie ottenute alla Vuelta Espana e ai Campionati Mondiali hanno fatto crescere in maniera esponenziale le attenzioni attorno a Remco Evenepoel. Ad appena 22 anni e mezzo, il campione belga sembra all'inizio di una carriera da leggenda del Ciclismo, e nonostante il lungo contratto che lo lega alla Quickstep di Patrick Lefevere, il mercato si è acceso attorno al suo futuro. Il Campione del Mondo ha firmato un rinnovo contrattuale fino al 2026 con la squadra belga, ma il Team Ineos si sta muovendo con tutta la sua potenza finanziaria per portarlo fin da subito con sè.

Jim Ratcliffe, l'imprenditore proprietario della multinazionale che sponsorizza la squadra britannica, vuole a tutti i costi un corridore in grado di vincere subito il Tour de France, ed è disposto a fare follie per strappare Evenepoel alla Quickstep.

Lefevere: 'Brailsford mi ha mandato un messaggio'

La Ineos si era già interessata a Remco Evenepoel quando il giovane belga si rivelò tra gli juniores nella stagione 2018. Patrick Lefevere aveva però già anticipato tutti e fatto firmare un primo contratto da professionista al corridore, poi rinnovato successivamente fino al termine del 2026. L'esplosione di Evenepoel come campione da corse a tappe e la strepitosa vittoria del Mondiale, hanno riacceso l'interesse della squadra britannica.

Dopo l'incidente di Egan Bernal e la partenza di Richard Carapaz, la Ineos non ha più solide certezze per i grandi giri, il suo tradizionale terreno di conquista.

Jim Ratcliffe, il proprietario della Ineos, non vuole continuare a fare il comprimario al Tour de France sarebbe disposto a fare un investimento importante per ingaggiare un vero numero uno in grado di lottare subito per la maglia gialla.

Quel campione che manca alla Ineos è stato individuato in Remco Evenepoel. Il Team manager della Ineos, Dave Brailsford, ha mandato un chiaro messaggio a Lefevere per cercare di intavolare una trattativa. A rivelarlo è stato lo stesso manager della Quickstep. "Dave mi ha mandato un messaggio, non è uno che scrive spesso. Mi ha scritto: congratulazioni, che campione, se un giorno vuoi venderlo, chiamami.

Questo è tutto, nè più nè meno" ha rivelato Lefevere, che non ha chiuso alla possibilità di un clamoroso trasferimento del Campione del Mondo, ma ha messo in chiaro le sue condizioni. "Se la Ineos lo vuole probabilmente avrà bisogno di molti soldi" ha dichiarato il manager della Quickstep.

Il padre di Evenepoel: 'Abbiamo avuto una conversazione con la Ineos'

Il sito Velonews ha contattato al riguardo Patrick Evenepoel, padre e agente di Remco, che è stato sibillino sull'argomento, dribblando di fatto le domande sul futuro del figlio. "Non c'è stato nessun incontro con la Ineos, ma abbiamo avuto una conversazione telefonica con loro. Siamo stati in contatto con loro, conosco Brailsford e Ellingworth da anni.

È normale che mi chiamino per congratularsi dopo la vittoria della Vuelta Espana" ha commentato Patrick Evenepoel, che alla domanda su una possibile trattativa per il passaggio immediato del figlio alla Ineos ha riso. "Quella discussione c'è già stata tre anni fa. Remco ha un contratto quinquennale con la Quickstep, non spetta a me parlare, ora festeggiamo le vittorie e poi vedremo cosa succederà in futuro" ha commentato Evenepoel senior.