Durante il ritiro pre - stagionale di Calpe, in Spagna, il campione del mondo di ciclismo Remco Evenepoel si è trovato a fare i conti con un compagno di pedalate particolare. Il corridore della Soudal - Quick-Step è stato braccato da uno youtuber specializzato nel seguire i professionisti durante gli allenamenti. Evenepoel è stato al gioco per un po’, ma poi si è mostrato molto infastidito e ha allontanato il cicloamatore.

Remco Evenepoel inseguito dallo youtuber Artem Shcherbyna

Nelle ultime settimane a Calpe e dintorni si sono radunate molte delle squadre del Ciclismo professionistico, che si stanno preparando alla stagione 2023 sfruttando il buon clima delle coste spagnole.

In questo continuo via vai di corridori che ha animato le strade di Calpe, ha trovato il suo contesto ideale un personaggio particolare, il cicloamatore e youtuber ucraino Artem Shcherbyna.

Shcherbyna è specializzato nella realizzazione di video girati mentre segue a ruota i corridori professionisti in allenamento.

Tra le sue “vittime” lo youtuber ha messo nel mirino anche il campione del mondo Remco Evenepoel. Mentre si allenava su una salita nei dintorni di Calpe, il belga si è trovato a ruota questo speciale cicloamatore che lo stava riprendendo. Per un paio di minuti Evenepoel è stato al gioco, ma ha poi accelerato, forse per svolgere un lavoro specifico del suo allenamento o per togliersi dalla scia lo youtuber.

Shcherbyna è però riuscito a rimanere a contatto con Evenepoel, che a questo punto si è mostrato un po’ innervosito e lo ha invitato ad allontanarsi con dei gesti plateali. Lo youtuber non ha insistito oltre e ha lasciato andare Evenepoel nel suo allenamento solitario.

'Alcuni stanno volentieri con i cicloamatori, altri come Evenepoel no'

Durante la sua permanenza a Calpe, Shcherbyna ha collezionato video di questo tipo con tanti protagonisti del ciclismo professionistico. “Alcuni stanno volentieri con i cicloamatori che cercano di seguirli. Altri, come Evenepoel, preferiscono di no, forse perché stava facendo un interval training”, ha raccontato il cicloamatore e youtuber ucraino.

“Ho parlato più volte con team manager e corridori, e mi hanno detto che preferiscono non farli pedalare con i cicloamatori durante l’interval training o gli sprint, ma che durante un allenamento normale non ci sono problemi. L’unica regola è rimanere dietro al gruppo. L’unico problema è avere abbastanza forza nelle gambe. Quando Evenepoel si è voltato e mi ha detto basta mi sono fermato, dopotutto è il campione del mondo”, ha aggiunto Shcherbyna.

Tra i tanti corridori che Shcherbyna ha incontrato in Spagna c'è stato anche l'ex primatista dell'ora Victor Campenaerts, che ha chiacchierato volentieri con il ragazzo. "Mi piace quando qualcuno si unisce a me per fare quattro chiacchiere. Per me è un momento leggero, ma capisco che per un cicloamatore può essere un momento da ricordare a lungo. Se posso regalargli un sorriso per il resto della giornata, perché no?", ha dichiarato Campenaerts.