Mentre il Ciclismo su strada sta entrando sempre più nel vivo, il ciclocross ha ormai chiuso i battenti della stagione 2023-24. Il giornale belga Het Laatste Nieuws ha fatto i conti in tasca ai protagonisti della disciplina per stilare la classifica con i guadagni accumulati. Il corridore che ha incassato di più nell'ultimo anno è stato Eli Iserbyt, grazie anche ad un programma molto intenso con ben 37 gare disputate. La stella Mathieu Van der Poel è sceso in campo solo 14 volte e per questo, nonostante le vittorie a ripetizione e il sesto titolo mondiale, è finito solo al quinto posto in questa speciale classifica.

Ciclocross: le vittorie in CDM e Superprestige lanciano Iserbyt

In questa stagione 2023-24 di ciclocross, Eli Iserbyt è stato uno dei protagonisti più costanti e presenti. Il 26enne belga ha conquistato il titolo nazionale, la classifica finale della Coppa del Mondo e quella del Superprestige. Tutti questi risultati, ottenuti in un fitto calendario con 37 gare, hanno fruttato a Iserbyt 125.320 euro. La top ten della classifica è divisa tra i campioni dei due paesi dominanti del ciclocross, Belgio e Olanda. I belgi sono in superiorità numerica, sei contro quattro, ma gli orange hanno una predominanza nelle posizioni di testa, occupando ben quattro delle prime sei piazze.

Al secondo posto della classifica figura l’olandese Lars Van der Haar, seguito dal connazionale Joris Niewenhuis e dal belga Niels Vandeputte.

Con meno della metà delle gare degli avversari, Mathieu Van der Poel è quinto in classifica, con poco più di 54.000 euro, mentre gli altri campioni che si dividono tra il ciclismo su strada e il ciclocross, come Wout van Aert e Tom Pidcock, non sono entrati nella top ten. Van Aert ha incassato circa 20.000 euro in nove gare disputate, mentre Pidcock circa 13.000 in otto.

  • 1. Eli Iserbyt (Bel) 125,320 euro
  • 2. Lars van der Haar (Ned) 82.845
  • 3. Joris Nieuwenhuis (Ned) 81,800
  • 4. Niels Vandeputte (Bel) 54,225
  • 5. Mathieu van der Poel (Ned) 54,200
  • 6. Pim Ronhaar (Ned) 50,915
  • 7. Michael Vanthourenhout (Bel) 49,565
  • 8. Laurens Sweeck (Bel) 38,355
  • 9. Toon Vandebosch (Bel) 29,710
  • 10. Thibau Nys (Bel) 29.305.

Più di centomila euro per Alvarado

Nel settore femminile è stata Ceyling del Carmen Alvarado a ripetere quanto fatto da Iserbyt tra gli uomini.

La campionessa olandese di origini dominicane ha corso molto meno di Iserbyt, solo 25 gare, ma con un programma ben studiato e un'eccellente regolarità si è portata a casa le classifiche finali di Coppa del Mondo e Superprestige e i relativi premi. Alvarado è stata l'unica crossista a superare la quota di centomila euro incassati, cifra sfiorata dalla Campionessa del Mondo Fem Van Empel. Il podio è chiuso da Lucinda Brand. La classifica testimonia pienamente la netta supremazia delle olandesi nel ciclocross femminile. Le orange occupano infatti le prime otto posizioni, un filotto interrotto dalla giovane britannica Zoe Backstedt.

  • 1. Ceylin del Carmen Alvarado (Ned) 105,290 euro
  • 2. Fem van Empel (Ned) 95,200
  • 3. Lucinda Brand (Ned) 76,770
  • 4. Puck Pieterse (Ned) 60,590
  • 5. Annemarie Worst (Ned) 52,795
  • 6. Inge van der Heijden (Ned) 42,315
  • 7. Manon Bakker (Ned) 35,100
  • 8. Leonie Bentveld (Ned) 34,750
  • 9. Zoë Bäckstedt (GBr) 34,255
  • 10. Laura Verdonschot (Bel) 32,685.

La carriere di Alvarado e Iserbyt, i due corridori in testa alle classifiche

Dominatrice della classifica sul versante delle donne è dunque Ceylin del Carmen Alvarado: nata nella Repubblica Dominicana nel 1998, si è trasferita da bambina nei Paesi Bassi, dove ha iniziato a correre in bicicletta specializzandosi nel ciclocross. La sua stagione d'oro è stata nel 2019-2020, in cui ha vinto sia il titolo mondiale che quello europeo elite.

Dopo un paio di stagioni più difficoltose è tornata quest'anno ad altissimi livelli, conquistando le vittorie nella Coppa del Mondo e nel Superprestige.

Passando ai corridori maschili invece, è risultato Iserbyt il leader: classe '97, fiammingo di Bavikhove, Eli Iserbyt è uno dei grandi specialisti del ciclocross dell'ultima generazione. Ha vinto due titoli mondiali under 23, un titolo europeo e uno belga elite conquistando anche due medaglie di bronzo ai mondiali elite, nel 2022 a Fayetteville e nel 2023 a Hoogerheide.