Mattias Skjelmose era uno dei principali favoriti della Freccia Vallone che si è corsa mercoledì 17 aprile. Il corridore danese della Lidl Trek ha però concluso la sua corsa con un ritiro in circostanze drammatiche. Il freddo intenso e la pioggia hanno bloccato Skjelmose, che si è fermato tremante ed è stato letteralmente portato via a braccia dal personale della sua squadra. “Mentre ero in bici non mi ero reso conto di essere in ipotermia” ha poi raccontato il danese, che dopo qualche ora si è ripreso completamente.

'Non riuscivo più a controllarmi'

Le immagini del ritiro di Mattias Skjelmose alla Freccia Vallone hanno destato una forte impressione nel mondo del ciclismo. Il corridore danese è stato costretto a fermarsi quando era ormai in stato di ipotermia e non riusciva neanche a scendere dalla bicicletta. Skjelmose è stato soccorso dal personale della Lidl Trek e dopo qualche ora ha superato completamente il problema.

Il corridore ha poi raccontato a GCN di aver un po' sottovalutato le condizioni meteo, anche a causa dell'andamento della corsa che ha avuto una scossa proprio mentre il maltempo si accentuava. "La UAE ha attaccato presto, mentre iniziava a grandinare. Io ho provato a seguirli e per questo non ho indossato la mantellina antipioggia.

Alla fine mi è preso così tanto freddo da non riuscire più a mettermi la mantellina e non sono più riuscito a recuperare" ha dichiarato Skjelmose. "Non mi ero reso conto di essere in ipotermia mentre ero in bicicletta. Tremavo, ma pensavo di poter recuperare. Quando mi sono fermato sul Muro non riuscivo più a controllarmi, è stata una delle esperienze più brutte della mia vita" ha raccontato il danese della Lidl Trek.

Nonostante questa disavventura, Mattias Skjelmose si è detto pronto per correre una grande Liegi Bastogne Liegi. La corsa che chiuderà la campagna di classiche del nord è in programma domenica 21 aprile e il corridore danese è convinto di poter ottenere un risultato importante. "Sono nella miglior forma della mia vita, domenica lotterò per il podio" ha dichiarato Skjelmose.

Skjelmose, terza volta alla Liegi

Per Mattias Skjelmose questa sarà la terza esperienza alla Liegi Bastogne Liegi. Il 23enne danese ha debuttato due anni fa nella più antica classica del Ciclismo professionistico chiudendo nelle retrovie, al 66° posto. Un anno fa ha messo in mostra le sue spiccate doti per questo tipo di corse arrivando nono, un risultato concretizzato pochi giorni dopo il secondo posto ottenuto alla Freccia Vallone.

La Liegi Bastogne Liegi si corre domenica 21 aprile su un percorso di 254 chilometri. Tadej Pogacar è il favorito numero uno, ma è molto atteso anche il Campione del Mondo Mathieu Van der Poel. Tra gli altri avversari di Skjelmose spiccano i nomi di Pidcock, Vlasov, Cosnefroy, Teuns e Williams.