Passato il primo giorno di riposo il Giro d’Italia riparte oggi con la decima tappa, la Pompei – Bocca della Selva di 142 chilometri. Dopo appena una settimana, la corsa ha già preso una fisionomia molto ben definita, con Tadej Pogacar dominatore incontrastato e apparentemente inattaccabile. Il fuoriclasse sloveno ha già vinto tre tappe, dimostrato una superiorità sfacciata e accumulato un vantaggio di 2’40’’ sul secondo in classifica Daniel Martinez. Vista la situazione acquisita, Pogacar ha annunciato di voler affrontare la parte rimanente della corsa in modo più rilassato e attendista.

“Sto già pensando al Tour de France, posso cercare di non dare troppo peso al resto del Giro” ha dichiarato la maglia rosa.

Pogacar: 'Una prima settimana perfetta'

Nella tradizionale conferenza stampa del giorno di riposo, Tadej Pogacar si è mostrato sicuro e convinto di aver già fatto il grosso del lavoro in questo Giro d'Italia. Dopo una settimana vissuta tutta all'attacco, con un approccio esuberante e spettacolare, con scatti anche in situazioni imprevedibili, Pogacar potrebbe ora tirare i remi in barca e correre in maniera più conservativa.

"Se prima del via qualcuno mi avesse detto che dopo nove tappe avrei avuto un vantaggio di 2:40, avrei firmato subito. Per noi è stata una settimana perfetta" ha dichiarato la maglia rosa.

"Sto già pensando al Tour de France. Ecco perché sono contento del distacco che abbiamo già in classifica. Ora posso cercare di non dare troppo peso al resto del Giro d'Italia, non ho bisogno di prendermi altro vantaggio. Possiamo correre sulla difensiva e usare la squadra per portarmi al traguardo" ha commentato Tadej Pogacar.

Il campione sloveno non ha però escluso del tutto di entrare in azione in qualche tappa se la situazione di corsa si delineasse in maniera vantaggiosa. "La tappa di martedì a Cusano Mutri mi ricorda un po' quella di Prati di Tivo, forse possiamo puntare ancora a vincere, ma ce la prendiamo giorno per giorno. L'ultima tappa della seconda settimana potrebbe essere la mia giornata più dura di sempre in bici.

Non vedo l'ora di pedalare sul Mortirolo e fino a Livigno. Sarà una tappa mostruosa, ma mi sono già allenato lì molte volte" ha raccontato Pogacar.

Le prossime tappe del Giro d'Italia

Il Giro d'Italia riparte martedì 14 maggio per la seconda settimana di corsa. In questo blocco di sei tappe sono previsti due arrivi in salita (Bocca della Selva e Mottolino), due per velocisti, una cronometro e una frazione mista.

Ecco il programma con gli orari di partenza. Tutte le tappe sono trasmesse in diretta fin dal via su Rai Sport, Rai Play, Eurosport e Discovery Plus.

  • Martedì 14 maggio Pompei - Bocca della Selva - Ore 13.15
  • Mercoledì 15 maggio Foiano di val Fortore - Francavilla al Mare - Ore 12.15
  • Giovedì 16 maggio Martinsicuro - Fano - Ore 12.30
  • Venerdì 17 maggio Riccione - Cento - Ore 13.10
  • Sabato 18 maggio Castiglione delle Stiviere - Desenzano del Garda - Ore 13.20
  • Domenica 19 maggio Manerba del Garda - Livigno (Mottolino) - Ore 10.40.