E' ormai scaduto lo scorso 31 gennaio il termine per pagare regolarmente il Canone Rai 2014. Secondo alcune stime, sono però oltre 6 milioni gli italiani che non hanno rispettato la data e per questo motivo è offerta loro l'occasione di saldare il debito attraverso il pagamento di una piccola sovrattassa.

Tutti coloro che decidessero di pagare il canone Rai entro e non oltre il 28 febbraio dovranno versare infatti solo 4,47 euro supplementari per vedere saldato tutto il loro debito. Per tutti coloro che pagheranno invece il canone tra l' 1 marzo ed il 31 luglio vedranno raddoppiata la tassa da pagare per il ritardo e saranno costretti così a versare una cifra di 8,94 euro. La sanzione aumenterà ulteriormente per i ritardi superiori ai 6 mesi poichè in questo caso verranno aggiunti anche gli interessi dell'1% sulla quota per ogni mese di ritardo.


Il pagamento del canone Rai 2014 è molto semplice e può avvenire attraverso bollettino postale o tramite carta di credito e sportello bancomat.


Requisiti esenzione canone Rai 2014

Per alcune categorie di cittadini italiani è prevista la possibilità di non pagare il canone Rai 2014; l'esenzione è prevista per gli ultra 75 enni con i seguenti requisiti:

  • Il titolare non deve convivere con altre persone, eccetto il propro coniuge, che siano titolari di un proprio reddito.
  • Il titolare ed il suo coniuge devono avere un reddito uguale o inferiore ai 516,46 per 13 mesi ovvero 6.713,98 annui.
  • Il titolare deve avere un'età uguale o superiore ai 75 anni.