Sta riscuotendo un discreto riscontro di adesioni l'iniziativa che permette a tutti i cittadini alle prese con le cartelle Equitalia di poter effettuare il saldo dei propri debiti in un'unica soluzione e senza il pagamento degli interessi di mora, gli interessi di ritardata iscrizione a ruolo per tutte gli avvisi riferiti al periodo antecedente al 31 ottobre 2013. E' stato infatti prorogato il termine per godere di questa possibilità: dal 28 febbraio finora previsto si è deciso per allungare la scadenza al 31 marzo prossimo.

Cartelle Equitalia 2014: quali categorie di debiti riguarda la sanatoria? 

Nell'agevolazione rientreranno per esempio le entrate erariali come l'Irpef, l'Iva e, solo per ciò che riguarda gli interessi di mora, anche altri debiti come il bollo auto o tutte le multe per violazione del codice della strada.

Sanatoria Equitalia 2014: come fare per ottenere il condono? 

Ma come fare per verificare se si hanno i requisiti per ottenere l'agevolazione? Il contribuente dovrà prendere visione della propria situazione e andare a controllare la data precisa dell'affidamento dei dei debiti ad Equitalia, nonché la tipologia di atto che è stato ricevuto. Chi non riuscisse ad effettuare il controllo dovrà armarsi di buona pazienza e recarsi agli sportelli di Equitalia.

Cartelle Equitalia 2014: come evitare di pagare gli interessi di mora?  

Cosa si risparmia? Grazie alla sanatoria delle cartelle di Equitalia sarà possibile evitare di pagare gli interessi di mora, cifre che maturano dalla data di notifica per tutti coloro che non effettuano il pagamento di quanto dovuto entro i 60 giorni previsti.

I migliori video del giorno

Per gli avvisi riguardanti l'Agenzia delle entrate, non si paga neanche la parte relativa agli interessi per ritardata iscrizione a ruolo.