Il Governo Renzi vuole ridurre il cuneo fiscale di circa 10 miliardi di euro, ma dove trovare le risorse, e come mettere in atto tale sgravio? Ebbene, innanzitutto è da escludere, salvo clamorose deroge, che il Governo guidato dal Premier Matteo Renzi possa tagliare di 10 miliardi di euro il cuneo fiscale facendo leva sui fondi europei.



L'auspicio è quindi quello che i soldi provengano da tagli di spesa, altrimenti il taglio del cuneo fiscale a fronte dell'introduzione di nuove tasse altro non sarebbe che una scena già vista. Ma quanto vale in Italia complessivamente il cuneo fiscale?



Ebbene, al riguardo la Cgia di Mestre ha fatto presente che il cuneo fiscale ammonta a ben 296,4 miliardi di euro, di cui il 54,47% a carico delle imprese, ed il 45,53% a carico dei lavoratori.

Su un totale di 296,4 miliardi di euro, solo 15,77 miliardi di euro riguardano il pagamento dell'Irap, mentre i restanti 280,67 miliardi di euro includono l'Irpef, le addizionali ed i contributi per la previdenza.

Con 10 miliardi di euro di riduzione, fa altresì presente l'Associazione degli artigiani mestrina, il cuneo fiscale scenderebbe del 3,4% con benefici per le imprese e per i lavoratori ancora tutti da valutare in base alle decisioni dell'Esecutivo.

Secondo la Cgia di Mestre però destinando per esempio 8 dei 10 miliardi alla riduzione dell'Irpef a carico dei lavoratori si possono lasciare in tasca più soldi da destinare ai consumi, circa 700 euro l'anno in più in busta paga per chi percepisce annualmente meno di 25 mila euro.