Durante la puntata serale della trasmissione televisiva di Quinta Colonna, il prime time giornalistico di approfondimento condotto da Paolo Del Debbio, andata in onda martedì 4 marzo su Rete 4, hanno approfondito una storia di disperazione finita con il gesto estremo di un onesto lavoratore italiano, stretto nella morsa delle tasse e di #Equitalia: Eddy, il pizzaiolo di Casalnuovo che si è tolto la vita dopo aver ricevuto una multa da 2 mila euro dall'Ispettorato del Lavoro.

I familiari presenti in studio e la moglie da casa hanno raccontato in diretta la dinamica della tragica vicenda che ha scosso tutta l'opinione pubblica, chiedendo al governo di intervenire quanto prima per fermare l'aumento continuo di tasse sia dirette che indirette e l'atteggiamento persecutorio degli Ispettorati della Guardia di Finanza, affinché Eddy non sia morto invano.

Il fratello in studio ha raccontato come Lucia, la moglie, si fosse inginocchiata davanti all'ispettore pregandolo di non farle la multa o di darle almeno un mese di tempo per pagarla, ma l'ispettore ha replicato: "Ma come? Un commerciante non ha 2000 euro da dare entro 24 ore?" e ha reso noto il debito rateizzato di 9 mila euro con Equitalia, precisando che soltanto per orgoglio e per non piegarsi a niente Eddy ha scelto il gesto estremo.

Gli amici e conoscenti hanno descritto Eddy come un'instancabile lavoratore e bravo pizzaiolo, capace di lavorare fino a 15 ore al giorno senza chiedere l'aiuto di nessuno, e la moglie Lucia ha raccontato le sue difficoltà ora che il marito non c'è più e di quanto amasse il suo lavoro e stare a contatto con la farina, pane e le pizze: "Da sola non ce la faccio a tenere aperta l'attività, lui faceva il lavoro di tre persone, io devo seguire anche tre bambini".

I migliori video del giorno

#Televisione