La sanatoria e la rottamazione delle cartelle esattoriali Equitalia ha subito una proroga fino al 31 marzo. I dati che sono stati riportati sono confortanti, sarebbero più di 75 mila i contribuenti che ne hanno usufruito per un introito che sfiorerebbe i 300 milioni di euro.

Dal momento che molti contribuenti si sono affannati, in quelli che si ritenevano essere gli ultimi giorni, in vista del pagamento in soluzione unica e senza interessi delle cartelle esattoriali Equitalia mediante lo strumento della rottamazione o sanatoria (in termini tecnici: definizione agevolata), abbiamo pensato in questo articolo di definire con precisione le procedure per potervi accedere.

Sanatoria e rottamazione Cartelle Equitalia 2014: a cosa si applica?

Per quanto riguarda lo strumento della rottamazione o sanatoria delle cartelle esattoriali Equitalia per il 2014, ecco quali sono le tipologie di somme dovute che vi rientrano:

1) le entrate erariali come l'IRPEF e l'IVA;

2) le entrate non erariali come ad esempio il bollo auto;

3) le entrate non erariali come multe e contravvenzioni.

Invece, non rientrano nello strumento della rottamazione o sanatoria delle cartelle esattoriali Equitalia:

1) le somme dovute a causa di una sentenza della Corte dei Conti ;

2) tutte le forme di contributi previdenziali da versare a istituti quali INPS o INAIL;

3) i cosiddetti tributi locali;

4) tutte le richieste di pagamento che provengono da enti che non sono stati ammessi alla sanatoria o rottamazione.

I migliori video del giorno

Sanatoria e rottamazione Cartelle Equitalia 2014: come procedere, alcuni consigli utili

Per procedere alla sanatoria o rottamazione delle cartelle esattoriali Equitalia per tempo e senza affanno, potrebbe essere utile seguire queste procedure:

1) recarsi in una sede Equitalia e chiedere l'estratto conto della propria situazione debitoria;

2) studiare con attenzione l'estratto debitorio e vedere per quali tipologie di debito si applica lo strumento;

3) saldare la somma dovuta o recandosi nuovamente in una sede Equitalia, oppure agli Uffici Postali compilando il modello F35 ricordando di inserire nel campo "Eseguito da" la dizione "Definizione Ruoli - L. S. 2014".

Sanatoria e rottamazione Cartelle Equitalia 2014: le date importanti

Infine, per quanto riguarda la sanatoria o rottamazione delle cartelle esattoriali Equitalia per il 2014 può essere utile segnarsi alcune date importanti:

1) il 31 marzo 2014: data di scadenza per il pagamento in soluzione unica e senza interessi dei debiti ammessi allo strumento della rottamazione;

2) il 30 giugno 2014: data entro la quale Equitalia si impegna a spedire una comunicazione a ogni contribuente che si è avvalso dello strumento nella quale viene certificata la definitiva estinzione del debito.