Il Governo Renzi sembrerebbe sempre più convinto a proseguire sulla strada del taglio delle aliquote Irpef per il 2014. In questo articolo analizzeremo in primo luogo gli scaglioni per comprendere, qualora passasse la manovra, quale sarebbe il vantaggio per gli italiani e in secondo luogo quali potrebbero essere le decisioni in vista della copertura economica di un provvedimento che sta facendo già discutere.

Scaglioni e aliquote IRPEF 2014: tagli previsti, ecco quanto si avrà in più in busta paga

Ecco gli scaglioni di reddito e quanto si troverebbe in più in busta paga qualora passasse il taglio delle aliquote IRPEF per il 2014:

1) se il lavoratore percepisce un reddito inferiore a 15 mila euro, la detrazione passa dai 1564,30 euro del 2013 a 2186,30 euro del 2014, in poche parole il contribuente troverebbe 622 euro in più nella busta paga, circa 47,80 euro al mese;

2) se il lavoratore percepisce un reddito tra i 15 mila euro e i 20 mila euro, la detrazione passa dai 1338,80 euro del 2013 a 1960,80 euro del 2014, in poche parole il contribuente troverebbe 622 euro in più nella busta paga, circa 47,80 euro al mese;

3) se il lavoratore percepisce un reddito tra i 20 mila euro e i 25 mila euro, la detrazione passa dai 1113,30 euro del 2013 a 1753,30 euro del 2014, in poche parole il contribuente troverebbe 622 euro in più nella busta paga, circa 47,80 euro al mese;

4) se il lavoratore percepisce un reddito tra i 25 mila euro e i 29 mila euro, la detrazione passa dai 942 euro del 2013 a 1541 euro del 2014, in poche parole il contribuente troverebbe 599 euro in più nella busta paga, circa 46,10 euro al mese;

5) se il lavoratore percepisce un reddito di 30 mila euro, la detrazione passa dai 906 euro del 2013 a 1481 euro del 2014, in poche parole il contribuente troverebbe 575,90 euro in più nella busta paga, circa 44,30 euro al mese.

Questi dati sugli scaglioni e sul taglio delle aliquote IRPEF 2014 sono da considerarsi per il momento provvisori. Il governo Renzi sembra deciso a procedere ma bisognerà affrontare la questione della copertura economica del provvedimento.

Scaglioni e aliquote IRPEF 2014: tagli previsti, ma quale copertura?

Il primo problema da affrontare per il governo Renzi, nel momento in cui si decide il varo di un provvedimento che porterebbe al taglio di 10 miliardi di euro, è quello della copertura economica, vero e proprio incubo di questi ultimi periodi. Secondo fonti ufficiali, il governo Renzi spera di trovare i 10 miliardi per metà attraverso la spending review e per l'altro 50% da entrate definite "una tantum".

Intanto però ci sono polemiche. Squinzi della Confindustria fa sapere che preferirebbe un taglio del cuneo fiscale e del costo del lavoro, perché è giusto rilanciare i consumi ma lo è altrettanto se non di più rilanciare le imprese e il mondo del lavoro.

I migliori video del giorno

Comunque nulla è ancora deciso in via definitiva. Bisognerà aspettare la settimana prossima per avere qualche notizia più chiara.