E' giunto il momento per la dichiarazione dei redditi 2014 ed è sempre utile tenere sott'occhio le scadenze fiscali e i termini di scadenza per la consegna dei vari modelli, 730, 770, Unico PF, SP e SC.

Dichiarazione dei redditi 2014, scadenze fiscali: il modello 730/2014

Ecco di seguito le scadenze fiscali previste per la consegna del #modello 730 in vista della dichiarazione dei redditi 2014:

  • 30 aprile 2014, scadenza per la consegna del Modello 730/2014 al cosiddetto sostituto d'imposta (si intende il datore di lavoro o l'ente pensionistico);
  • 31 maggio 2014, scadenza per la consegna del Modello 730/2014 ai Centri di Assistenza Fiscale (CAF);
  • 30 giugno 2014, scadenza per la trasmissione del Modello 730/2014 da parte del cosiddetto sostituto d'imposta o da parte del CAF.

Dichiarazione dei redditi 2014, scadenze fiscali: modello 770

Per quanto riguarda il Modello 770 la data di scadenza per la presentazione è il 31 luglio 2014.

Ricordiamo che il Modello 770 rappresenta la dichiarazione che tutti i cosiddetti sostituiti d'imposta (dunque anche la Pubblica Amministrazione) devono consegnare all'Agenzia delle Entrate per quanto riguarda il computo delle ritenute fiscali, i dati contributivi e assicurativi.

Dichiarazione dei redditi 2014, scadenze fiscali: Modello Unico PF, SP, SC

Il #modello Unico Persone Fisiche 2014 è lo strumento per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2014 da parte di coloro che hanno l'obbligo di consegnare sia la dichiarazione relativa ai redditi sia la dichiarazione relativa all'IVA. Ecco quali sono le date di scadenza:

  • 30 settembre 2014: data di scadenza per la consegna tramite web del Modello Unico 2014
  • dal 2 maggio al 30 giugno 2014: finestra temporale per la consegna del Modello Unico 2014 in formato cartaceo presso le Poste.

La data di scadenza per il Modello Unico Società di Persone è sempre il 30 settembre 2014.

I migliori video del giorno

La data di scadenza per il Modello Unico Società di capitali è mobile ma il limite è segnato dall'ultimo giorno del nono mese successivo alla chiusura del periodo d'imposta.

Un ultimo consiglio: conviene sempre essere informati su tutte le novità e le eventuali proroghe o cambiamenti in corso d'opera, per cui può essere utile tenere sott'occhio il sito dell'Agenzia delle Entrate, in particolar modo lo scadenzario.