La guerra all'evasione fiscale sembra essere uno dei punti focali del programma di governo: il presidente del Consiglio, #Matteo Renzi, a questo proposito, ha parlato di uno speciale strumento che, da ora in poi, aiuterà il fisco italiano a stanare i 'furbetti', coloro che costantemente non dichiarano con esattezza il loro reddito.

Governo Renzi, bollette luce, gas e acqua nuovi strumenti di controllo per Agenzia delle Entrate 

Di che si tratta? Sembrerà banale, ma si tratta delle normalissime bollette: sì, quelle che ogni famiglia si vede recapitare nella cassetta della posta come quella della luce, del gas e dell'acqua. Lo scopo del Governo sarà, quindi, da ora in poi, quello di creare una collaborazione tra le banche dati dell'Agenzia delle entrate con quelle delle società che gestiscono queste utenze domestiche.  


Parlando del Def (Documento di Economia e Finanza) e facendo riferimento all'evasione fiscale, Matteo Renzi ha sottolineato come l'evasione fiscale si debba combattere con le nuove tecnologie e soprattutto con la riduzione dell'uso del denaro contante.

Governo Renzi, controlli incrociati bollette utenze domestiche presso i Comuni 

Già qualche anno fa, nel 2011, l'ex sindaco di Firenze aveva sottolineato come i Comuni possano esercitare una funzione molto importante nella lotta agli evasori, facendo un lavoro di incrocio tra le utenze di gas, acqua e rifiuti con le dichiarazioni dei redditi dei cittadini. 

C'è una notizia curiosa, a questo proposito, che sottolinea quanto siano serie le intenzioni di Matteo Renzi in questo campo: infatti, l'allora comandante della polizia municipale di Firenze, Antonella Manzione lavorerà a Palazzo Chigi in qualità di capo dell’ufficio legislativo. 

Ci dobbiamo aspettare, dunque, maggiori controlli? Sembrerebbe proprio di sì, perchè proprio il pagamento delle utenze domestiche sarebbero un 'indizio' importante per il fisco nella lotta all'evasione. #luce e gas #bolletta luce