In prossimità della scadenza ecco le istruzioni per lo Spesometro 2014 dell'agenzia delle entrate, relative in particolare alla procedura di invio dei dati all'Agenzia, da effettuarsi tramite procedura online. Vediamo allora il termine ultime e come inviare la comunicazione fiscale.

Scadenza Spesometro 2014 Agenzia delle Entrate, 22 e 30 aprile

Ricordiamo che la scadenza dello Spesometro 2014 dell'Agenzia delle Entrate è fissata a domani, 22 aprile 2014, per tutti coloro che liquidano l'IVA con cadenza trimestrale, mentre il termine ultimo per gli operatori finanziari è quello del 30 del mese in corso. Per i liquidatori mensili dell'IVA la scadenza dello Spesometro 2014 era invece fissata al 10 aprile.

Passiamo quindi a vedere quale procedura seguire per comunicare correttamente i propri dati all'Agenzia delle entrate.

Istruzioni Spesometro 2014 Agenzia delle Entrate: come inviare i dati e controllarli

Le istruzioni per lo Spesometro 2014 anno 2013 vertono sui vari step da seguire per comunicare correttamente i dati all'Agenzia delle Entrate, che ormai dallo scorso 28 febbraio mette a disposizione sul proprio portale web il Modello Polivalente Spesometro per la comunicazioni delle operazioni rilevanti a fini IVA. Interessati dall'adempimento fiscale sono i soggetti passivi IVA che effettuano cessioni di beni e servizi sul territorio del nostro paese.

Le istruzioni per lo Spesometro 2014 anno 2013 - in merito all'invio del documento - si concentrano sul sito dell'Agenzia delle Entrate, dove è necessario collegarsi e navigare per accedere alla sezione specifica dedicata allo Spesometro.

I migliori video del giorno

Per la compilazione dello stesso risulta fondamentale il software messo a disposizione dell'Agenzia (non è obbligatorio utilizzare proprio quello dell'Agenzia, ma ovviamente è una buona idea), ma non solo: dopo aver provveduto a compilare il documento occorrerà passare alla Procedura di Controllo, sempre disponibile nella sezione Spesometro del sito Agenzia delle Entrate. Una volta superata tale procedura non è ancora giunto il momento di inviare i dati: prima infatti è necessario, attraverso i Servizi Telematici dell'Agenzia, autenticare il documento in questione.

A quel punto si può procedere a inviare lo Spesometro 2014, avendo cura di controllare che tutto sia andato a buon fine dalle ricevute (che occorrerà conservare).

Tutte le istruzioni sullo Spesometro 2014 per la compilazione del modello possono essere reperite sul portale dell'Agenzia seguendo il percorso Home -> Cosa devi fare -> Comunicare Dati -> Comunicazioni Operatori finanziari -> Spesometro -> Comunicazione.

Spesometro 2014, sanzioni Agenzia delle Entrate e ritardi

Come riporta Guida Fisco il mancato invio della comunicazione dello Spesometro 2014 all'Agenzia delle Entrate può portare a sanzioni dai 258 fino ai 2065 euro, che possono essere decretate anche in caso di dichiarazione con dati non veritieri.

Tuttavia è possibile rimettersi in regola dopo la violazione compiuta facendo ricorso al ravvedimento operoso, che permette di inviare in ritardo lo Spesometro 2014 ricevendo sanzioni ridotte (si parla di 86 euro di minimo, ovvero un terzo del minimo della sanzione standard).