Parliamo spesso di scadenze fiscali e di tasse da versare allo stato italiano e tanto per citarne una dal mese di ottobre 2014 la busta paga sarà più leggera, tanto è vero che giunge un nuovo obbligo tributario a carico dei dipendenti e delle imprese, infatti vi sarà una trattenuta sul prospetto paga che verrà erogata per favorire il fondo di solidarietà INPS.

Il Premier Matteo Renzi ha illustrato la Legge di Stabilità come un provvedimento che dovrebbe significare meno tasse per i cittadini italiani e maggiori sostegni per tutte le famiglie numerose con difficoltà finanziarie.

Oggi elencheremo le scadenze fiscali di novembre 2014, precisando i giorni e le date di tutto il mese.

Scadenze fiscali: novembre 2014

Lunedì 10 novembre

  • Imposta di bollo: l'eventuale pagamento dovrà essere eseguito in relazione agli assegni circolari emessi al termine del terzo trimestre dell'anno 2014.

Lunedì 17 novembre

  • IRPEF: gli intestatari di partita IVA dovranno effettuare il pagamento della 6° quota IRPEF come prima caparra dell'anno 2014 e ultimo saldo dell'anno 2013.

  • Addizionali: gli intestatari di partita IVA dovranno eseguire il pagamento della 6° quota Addizionale Regionale all'IRPEF.

  • Cedolare secca: gli intestatari di partita IVA dovranno provvedere al pagamento della 6° quota della cedolare secca come caparra dell'anno 2014 e ultimo saldo dell'anno 2013.

  • IVA: si dovrà effettuare il pagamento dell'IVA inerente al terzo trimestre.

  • IRES: si dovrà eseguire il pagamento della 6° quota dell'IRES come prima caparra dell'anno 2014 e ultimo saldo dell'anno 2013.

  • IRAP: gli intestatari di partita IVA dovranno provvedere al pagamento della 6° quota IRAP come prima caparra dell'anno 2014 e ultimo saldo dell'anno 2013.

  • Imposta sostitutiva: si dovrà provvedere al pagamento dell'imposta sostitutiva impiegata su ogni guadagno distinto messo in atto nel secondo mese antecedente.

Martedì 25 novembre

  • Intra: si dovranno esibire le operazioni effettuate nei riguardi di soggetti passivi collocati in un altro Stato.

Per maggiori informazioni collegarsi al sito online Agenzia delle Entrate.