Stringono i tempi per la Tasi 2014, il nuovo tributo che dovrà servire a finanziare le spese dei Comuni destinate ai servizi indivisibili, come ad esempio l'illuminazione pubblica o il rifacimento delle strade. Si tratta di un balzello legato al settore immobiliare, ma per la prima volta quest'anno la novità non peserà solo sulle tasche dei proprietari. Anche gli inquilini sono infatti chiamati a partecipare ai costi sostenuti dei Comuni italiani, contribuendo a pagare dal 10% al 30% dell'importo totale, a seconda di quanto deliberato localmente. Per tutti coloro che hanno dubbi o che si accingono a effettuare i calcolo del caso, ecco una guida pratica su come procedere per il calcolo della base imponibile, l'applicazione delle aliquote e i metodi di pagamento.

Passo 1: reperire le rendite catastali dell'immobile locato e determinare la base imponibile

Per poter assolvere correttamente al pagamento della Tasi dovrete reperire le rendite catastali dell'immobile e delle relative pertinenze ad esso associate. Per prima cosa verificate se sono state inserite all'interno del contratto di locazione (non si tratta infatti di dati obbligatori). Se così non fosse potete richiederle al proprietario di casa, oppure al Comune in cui avete la residenza. Fatto ciò, dovete sommare le rendite catastali del fabbricato con quelle delle relative pertinenze e valorizzare il risultato per un ulteriore 5%. A questo punto la cifra ottenuta deve essere moltiplicata ancora per 160, in modo tale da ottenere l'imponibile effettivo. Bisognerà poi applicare le aliquote, che dipenderanno dalla delibera comunale; secondo quanto previsto dalla legge, all'inquilino spetterà il pagamento di una parte che va dal 10% al 30% del totale pagato dal proprietario.

I migliori video del giorno

Date delle scadenze e modalità di pagamento della Tasi 2014 per inquilini

Per il pagamento del tributo gli inquilino dovranno seguire le stesse date imposte ai proprietari. Nella maggior parte dei Comuni il primo acconto andrà versato entro il 16 ottobre 2014 e corrisponderà al 50% del totale, mentre il saldo finale dovrà essere corrisposto al 16 dicembre. Il pagamento potrà essere effettuato tramite bollettino postale (reperibile in qualsiasi agenzia delle poste italiane sul territorio nazionale), oppure attraverso la compilazione del modello bancario F24. Infine, se desiderate restare aggiornati sulla TASI 2014 e ricevere tutte le nuove informazioni del caso, potete utilizzare il tasto "segui" in alto a destra.