Mancano solamente 3 giorni al 16 ottobre 2014, giornata in cui in molti comuni italiani è fissata la scadenza del pagamento della prima rata Tasi 2014. L'imposta che grava sui servizi indivisibili è però solamente il primo di alcuni fondamentali appuntamenti fiscali che accompagneranno l'autunno e l'inverno degli italiani. Entro la fine del mese del mese di dicembre dovranno infatti essere saldate, oltre che alla seconda rata Tasi, anche la Tari e l'Imu, imposte statali di competenza dei cittadini. La tassa sui rifiuti (Tari) è obbligatoria per tutti gli abitanti del nostro paese ma importi e modalità di pagamento (modello F24) saranno specificate tramite singoli documenti inviati dai comuni di appartenenza presso il proprio domicilio. La tassa sarà calcolata in base alla metratura della abitazione ma anche conteggiando dimensioni, superficie calpestabile e numero di persone che abitano l'immobile. Il calcolo Imu risulta invece molto più complicato (consigliato rivolgersi al proprio commercialista) ma è importante sottolineare come saranno obbligati a saldare il debito, entro il prossimo 16 dicembre, solamente i proprietari di seconde case o abitazioni di categorie che rientrano in quelle di lusso.

Tasi 2014: scadenze fiscali autunno, info su calcolo e modalità pagamento.

La prima rata Tasi andrà dunque saldata entro i prossimi tre giorni mentre per completare il versamento si avrà tempo fino al 16 dicembre. Il calcolo dell'imposta prevede la rivalutazione del 5% della rendita catastale, l'applicazione di un moltiplicatore standard e quella successiva delle specifiche aliquote comunali. Il cittadino dovrà poi togliere la somma corrispettiva ad eventuali detrazioni e dividere l'importo per due. Per saldare la Tasi 2014 il metodo più immediato rimane quello della compilazione del modello F24, in alternativa possibilità di pagare tramite bollettino postale. Per qualsiasi tipo di informazione su date di scadenza, modalità di pagamento o calcolo rimane comunque attiva la pagina web ufficiale dell'Agenzia delle Entrate.