Nel modello 730 precompilato 2015 una delle #Detrazioni fiscali che i contribuenti non troveranno sicuramente caricata sul sito dell'agenzia delle entrate, essendo una novità della dichiarazione dei redditi 2015, è quella riferita alla detrazione per canoni di locazione spettante agli inquilini di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale.

Novità 730 precompilato 2015, detrazioni fiscali per canoni di locazione

L'articolo 7 del DL 28 marzo 2014, n. 47, convertito con modificazioni dalla L. 23 maggio 2014, n. 80 ha introdotto una nuova agevolazione fiscale che va ad affiancarsi a quelle già previste dalla previgente normativa in tema di detrazioni fiscali per i canoni di locazione sostenuti dagli inquilini

La novità è rappresentata dalla possibilità di portare in detrazione dal proprio modello 730 2015 relativo ai redditi del 2014 i seguenti importi:

  • detrazione irpef di 900 euro se il reddito dell'inquilino non supera i 15.493,71 euro
  • detrazione irpef di 450 euro se il reddito dell'inquilino è maggiore di 15.493,71 euro ma non supera i 30.987,41 euro.

La detrazione fiscale spetta soggetti titolari di contratti di locazione di alloggi sociali (ai sensi del decreto del Ministero delle infrastrutture 22 aprile 2008) adibiti ad abitazione principale.

Il periodo per il quale si rende applicabile l'agevolazione è il triennio 2014/2016.

Per poter godere della detrazione fiscale bisogna essere in possesso della seguente documentazione da esibire al caf o agli intermediari abilitati o conservare, se si modifica autonomamente il proprio #modello 730 precompilato:

  • Contratto registrato di assegnazione in locazione dell'immobile dal quale risulti chiaramente che si tratta di locazione avente oggetto un alloggio sociale;
  • Dichiarazione dell'Ente locatario che attesti che il contratto si riferisce ad un alloggio sociale previsto dal DM 22.04.2008.

Se si possiedono i requisiti previsti,la novità è sicuramente positiva per l'inquilino che passerebbe ad avere una detrazione di 900 o 450 euro contro i 300 o 150 euro previsti per gli inquilini titolari di un tradizionale contratto di locazione di un immobile adibito ad abitazione principale non avente i requisiti di "alloggio sociale".

I migliori video del giorno