Le pratiche di #Equitalia, dalle cartelle esattoriali ai pagamenti e passando per le rate, gli avvisi e l'attivazione delle procedure di riscossione, si possono ora gestire online con un clic senza la necessità di doversi recare allo sportello. Questo dopo che Equitalia ha reso noto che dal sito per i contribuenti è stata attivata la nuova area riservata che permette di gestire a distanza, senza recarsi presso gli sportelli della società di riscossione, tutte le pratiche semplicemente andando ad effettuare l'accesso web con le proprie credenziali. L'accesso online alla nuova sezione per gestire le pratiche, in particolare, può essere effettuata con la Carta Nazionale dei Servizi, con le credenziali fornite dall'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps) oppure con le credenziali dell'#agenzia delle entrate, ovverosia con il nome utente e la password acquisite per poter visionare e scaricare, tra l'altro, il modello 730 2015 precompilato.

In accordo con quanto precisa il Gruppo Equitalia con una nota, la nuova sezione online per la gestione delle pratiche è in grado di riconoscere, in base alle credenziali, se chi accede al servizio è una persona fisica, un intermediario abilitato oppure il rappresentante legale. In questo modo in pochi step è possibile pagare avvisi e cartelle, effettuare verifiche e controlli su eventuali procedure in corso ed anche inoltrare online una domanda di rateazione, con pochi e semplici passaggi, a patto che il debito sia inferiore alla soglia dei 50 mila euro. La nuova area riservata per pagamenti, rate e avvisi, con gestione 100% online, si va così ad aggiungere a tutti gli altri servizi messi a disposizione da Equitalia senza bisogno di autenticazione.

Tra questi ricordiamo la sezione 'paga online' che permette dal sito Internet di Equitalia di saldare cartelle ed avvisi muniti di carta di credito.

I migliori video del giorno

Allo stesso modo online, e senza bisogno di autenticarsi, dal sito Internet di Equitalia, sezione 'sospensione online', è possibile sospendere la riscossione di cartelle semplicemente compilando un form ed allegando, unitamente alla copia di un documento di identità, la documentazione richiesta che giustifica la sospensione, per esempio la copia del pagamento già effettuato, la copia di una sentenza favorevole oppure, tra l'altro, la sospensione giudiziale o amministrativa.