La scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi 2015 è ormai alle porte, il 16 giugno è stato denominato il 'tax day', si tratta della data in cui i contribuenti saranno chiamati, a seconda dei casi, a versare l'acconto delle imposte 'gemelle': Imu e Tasi 2015, attraverso due pagamenti distinti.

La confusione sul calcolo regna ancora sovrana, quanto si dovrà pagare? Quali comuni hanno già deliberato le nuove aliquote e quali no? Eccovi qualche indicazione utile per reperire informazioni certe sulle aliquote 2015 e non commettere errori nei calcoli.

Pagamento Tasi 2015: ecco come sapere se il proprio Comune ha deliberato le nuove aliquote 2015

Vi è da dire che i contribuenti per effettuare il conteggio possono applicare le regole fissate per il 2014, così facendo si mettono al riparo da eventuali sanzioni pagando a metà la Tasi complessiva versata lo scorso anno entro la scadenza del 16/6, poi a dicembre si effettueranno gli eventuali conguagli.

Nel caso vogliate fare le cose per bene e verificare da subito le aliquote 2015 è possibile controllare sul sito del Comune eventuali delibere oppure verificare sul sito del MEF se il Comune in cui è ubicato il vostro immobile ha già pubblicato le nuove aliquote per il 2015.

Dopo aver ottenuto questa certezza si può passare al calcolo, che consta di pochi passaggi matematici:

  • Si parte dalla rendita catastale e la si rivaluta del 5%

  • Si moltiplica per un coefficiente moltiplicatore, che nel caso delle abitazioni principali è pari a 160

  • Il risultato ottenuto andrà moltiplicato per le aliquote di riferimento

  • Dovranno essere scomputate eventuali detrazioni

  • Si divide l'importo a metà, si tratta del primo acconto

Come si paga la Tasi 2015? Info su compilazione F24

Per poter adempiere al versamento della Tasi 2015 è possibile utilizzare il bollettino postale oppure l'F24, per compilare il modello online sono necessari i codici tributo: 3958 abitazione principale e pertinenze, 3959 fabbricati rurali strumentali, 3960 aree fabbricabili, 3961 altri fabbricati.

I migliori video del giorno

Per chi decidesse di pagare con questa modalità è anche possibile utilizzare in compensazione eventuali crediti cumulati con il pagamento di altri tributi.