Torniamo a parlare di tasse e vediamo nel dettaglio quali sono le aliquote #Tasi e Imu 2015 nelle maggiori città d’Italia come Roma#Milano e Bologna. Andiamo a vedere nello specifico come, quanto e quando i proprietari degli immobili devono pagare i bollettini degli acconti delle due tasse che scadono domani 16 giugno. Nonostante i vari comitati di protesta e gli esposti delle associazioni di consumatori la tassa sui servizi indivisibili e l’ Imu dovranno essere pagate anche per il 2015 secondo le delibere dei Comuni ove ha sede l’immobile, ovviamente stando attenti a decurtare le varie detrazioni per reddito a nucleo familiare. L'acconto Imu e Tasi verranno pagate dai proprietari dell’immobile, anche se per la Tasi, in alcuni casi è previsto anche il contributo dell'inquilino.          

Tasi e Imu 2015 a Roma, Milano, Bologna: ecco come le aliquote e quando pagare lla rata di acconto

Le aliquote Tasi per l'anno 2015 a cui i contribuenti devono fare riferimento cambiano da comune a comune, in quanto non vige un’aliquota unica nazionale e domani 16 giugno è l’ultimo giorno per pagare gli acconti dei tributi senza incorrere in sanzioni. Se nella città di Roma per le aliquote Tasi sono ferme (come lo scorso anno) al 2,5 per 1000 per le prime case e l’uno per mille per i fabbricati rurali, nel comune diBologna le aliquote sono più alte. Nel comune emiliano, infatti, si paga il 3,3 per 1000 sulle prime case e l'1 per 1000 per i fabbricati rurali. 

Situazione molto simile a Milano come a Roma dove i contribuenti che posseggono immobili nelle categorie che non siano A1, A8 e a9 dovranno pagare l’acconto Tasi 2015 al 2,5 per mille sulle prime case, l’un per mille sui fabbricati rurali, mentre sulle abitazioni di lusso l’aliquota in vigore è del 6 per 1000. Per quanto riguarda l’Imu 2015 a Milano vige un’aliquota Imu base del 10,6 per 1000. Visto il poco tempo che rimane il contribuente troverà molto utile collegarsi al sito del proprio comune per avere la situazione aggiornata.

Rimangono invariate le modalità di pagamento dell’acconto Tasi e Imu 2015 con bollettino postale o con modello F24, quest’ultimo può essere pagato anche online.

#adsl