Dire che ci hanno colti di sorpresa è impossibile, ormai la sfiducia nella classe dirigente italiana è diventata regola. Lo immaginavamo che dopo aver approvato un emendamento che di fatto tagliava l'aggio di Equitalia sulle cartelle, ossia il guadagno dell'Ente di riscossione, ne sarebbe nato uno che rimetteva le cose a posto e sempre a spese dei cittadini. Le Camere infatti stanno per riammettere sulle cartelle di pagamento di Equitalia il cosiddetto anatocismo.

Cos'è l'anatocismo

E' il calcolo degli interessi sugli interessi. Per esempio se il contribuente non paga una imposta, Equitalia subentra all'Ente a cui era dovuta l'imposta per esercitare il diritto all'incasso.

L'imposta sarà subito aumentata di sanzioni pecuniarie, spese ed interessi per ritardati pagamenti. Se il debitore continua a non pagare la cartella esattoriale, dopo 60 giorni dalla notifica, come è giusto che sia, scattano altri interessi di mora. Il problema è che oggi gli ulteriori interessi si applicano solo alla imposta dovuta e non pagata e non anche alle sanzioni pecuniarie e agli interessi presenti nella cartella. Con quello che sta approvando il Parlamento, i nuovi interessi da caricare sulla cartella sarebbero calcolati sull'intero importo della cartella costituito da imposta non pagata, spese, sanzioni e interessi. In pratica si pagherebbero gli interessi sugli interessi, siamo di fronte all'anatocismo.

Ma non era una pratica quasi illegale?

La sua presunta illegalità o incostituzionalità non esiste, infatti nessuna legge la vieta.

I migliori video del giorno

Moralmente però è una imposizione "cattiva" che va contro gli interessi del cittadino, contribuente ed indebitato. La scelta di reintrodurlo per le questioni di riscossione è in assoluta controtendenza con quanto successo con le banche a cui dal 1° gennaio 2014 è stato fatto divieto di utilizzarla contro i clienti a cui concedevano prestiti. Ed allora perchè pensano di reintrodurlo per Equitalia? Una spiegazione logica è difficile trovarla se non fosse che abbassando gli aggi di Equitalia (dall'8% al 6%) e introducendo l'anatocismo, di fatto per i contribuenti non cambierà niente. Anzi se qualcosa cambierà, lo farà in peggio. Cambia qualcosa tra Equitalia ed Erario, poichè parte del guadagno che finiva ad Equitalia, adesso finirà all'erario. Il solito gioco delle "tre carte" all'italiana.