Si avvicina a grandi passi l'appuntamento, per quel che riguarda le scadenze 2015 per gli adempimenti fiscali, con la trasmissione del modello 770 sia per la versione ordinaria, sia per quella semplificata. La data ultima per la trasmissione, da parte dei sostituti di imposta, è infatti fissata per venerdì 31 luglio del 2015 in accordo con quanto riportato da FiscoOggi, il Quotidiano telematico dell'agenzia delle entrate. E' ammessa solo la trasmissione attraverso i canali telematici del Fisco, il che significa che il modello 770/2015, ordinario e/o semplificato, non può essere inviato presentandosi in banca oppure presso gli uffici di Poste Italiane.

Così come per chi si trova momentaneamente all'estero il Fisco non accetta invii del 770/2015 avvalendosi di mezzi come la raccomandata oppure di altri mezzi equivalenti. I canali telematici del Fisco da utilizzare per la trasmissione del 770/2015 sono quelli classici, ovverosia Entratel e Fisconline nel rispetto delle seguenti condizioni: i sostituti di imposta possono usare Fisconline per la trasmissione fino ad un numero di soggetti non superiore a 20; Entratel è invece il canale per più di 20 soggetti fermo restando che chi ha già l'abilitazione ad Entratel è tenuto in ogni caso ad avvalersi di questo canale. L'adempimento per i sostituti di imposta scatta quando questi corrispondono somme oppure valori che risultano essere soggetti alla ritenuta fiscale alla fonte.

Tra queste somme rientrano, per esempio, i redditi da lavoro dipendente ed assimilati, i redditi da lavoro autonomo, i redditi diversi.

I migliori video del giorno

Ed ancora le prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, le indennità di fine rapporto, le ritenute operate sui dividendi. Nel momento in cui il modello 770/2015 viene trasmesso, con la ricezione completa dei dati da parte dell'Amministrazione finanziaria, l'Agenzia delle Entrate rilascia ai sostituti di imposta, sempre per via telematica, l'apposita ricevuta attestante d'aver acquisito il modello di dichiarazione.