Il versamento dei contributi #Inps per il lavoro di colf e badanti del III trimestre 2015 scade il 10 ottobre. Le quote orarie variano in base al contratto di lavoro stipulato (anche verbale) con il lavoratore. Se questi lavora a tempo indeterminato, ovvero senza scadenza, i contributi 2015 sono più bassi. L'aliquota ordinaria è dell'1,31% della retribuzione, con un contributo addizionale dell'1,40% per i rapporti di lavoro a termine. Tale addizionale non è dovuta se il lavoratore (la colf o la badane) sta sostituendo qualcun altro. Per evitare il pagamento dell'addizionale, suggerisce Assindatcolf, si consiglia al datore di lavoro di inserire la causale sostitutiva nel contratto, indicando nella nuova denuncia presentata all’Inps anche il codice rapporto della colf che viene sostituita.

Scopri le altre scadenze fiscali di ottobre.

I valori contributi Inps colf, ottobre 2015

I valori dei contributi per colf sono indicati dalla tabella INPS, visionabile dal sito dell'Ente, e vanno da un valore minimo di 1,01 euro. Si paga meno per le colf e le badanti che lavorano per più di 24 ore a settimana, mentre di più per coloro che lavorano meno. In aggiunta al contributo INPS, il contratto collettivo richiede il versamento di un contributo assistenziale (Cas.sa) che corrisponde a 0,03 euro l’ora. Di questo importo, 0,01 euro è a carico del lavoratore. Lo scopo è fornire una parziale assistenza sanitaria in caso di malattia. Il codice contributo è codice F2.

Pagamento contributi Inps per colf e badanti

Le modalità di pagamento del contributo per colf e badanti Inps sono:

  • bollettino postale cartaceo ricevuto dall’Inps a casa,

  • pagamento telematico tramite il sito Inps;

  • pagando tramite carta di credito online sul sito Inps (costo della transazione pari all’1,275% dell'importo);

  • pagamento tramite call-center Inps (803164 da fisso e 06164164 da cellulare), utilizzando la carta di credito (costo della transazione pari all’1,275% dell'importo);

  • tramite circuito “reti amiche”: posta, tabaccheria, banca (Unicredit);

  • attraverso il sito del gruppo Unicredit spa, esclusivamente per clienti titolari di servizio di banca online.

    Il datore di lavoro può portare in deduzione dal proprio reddito i contributi versati per la colf per un importo massimo di 1.549,37 euro annui. Sarà necessario presentare le ricevute. Scopri il sussidio di disoccupazione Naspi.