Una grossa novità, viene annunciata dal governo sulla Rai. La novità riguarda il canone che dal prossimo anno passerà dai 113 euro attuali a 100 euro. La comunicazione viene fatta dallo stesso premier #Matteo Renzi, in un’intervista rilasciata a Lucia Annunziata.

Matteo Renzi: canone ribassato dal prossimo anno da 113 a 100 euro, pagato in bolletta

Durante la trasmissione “In Mezz'Ora” condotta da Lucia Annunziata, il presidente del consiglio Matteo Renzi ha annunciato ufficialmente che dal gennaio 2016 ci sarà una riduzione del canone RAI, dagli attuali 113 euro si passerà a 100. Per far sì che tutti lo paghino, il canone sarà inserito nella bolletta elettrica.

 “Chi e' onesto, paga meno", ha detto il premier a riguardo. Lasciando intendere che chi cercherà di fare ancora ilfurbino”, pagherà multe salate. Già, ma se qualcuno ha una seconda o terza casa con quale bolletta riceverà il canone? E' un nodo ancora non sciolto e comunque sarà definito a breve, in tempo utile per la sua predisposizione nelle bollette di gennaio. La vicenda canone Rai non è, a dire il vero, nuova. Difatti già lo scorso anno si era parlato della possibilità di una revisione delle modalità di pagamento del canone, ma non se ne fece nulla.

Ricordiamo che sino ad oggi il #Canone Rai si è potuto pagare e rinnovare con bollettino postale, inviato a tutti dallo Sportello Abbonamenti TV (SAT). Spesso capita che molti dimentichino di pagarlo. Ecco allora che il governo per rimediare a simili dimenticanze preferisce, diminuendone l’importo, renderlo più sicuro includendolo nella bolletta elettrica

Difatti il presupposto di questa nuova modalità sta nella forte elusione del canone e l'intento del governo è quella di sconfiggerla, anche attraverso la riduzione dell’importo del canone stesso se lo pagano tutti.

I migliori video del giorno

Il canone si trasforma in un’imposta e toccherà alle società fornitrici e distributrici di energia elettrica individuare i soggetti di tale imposta. Tale opzione consentirebbe di ridurre notevolmente, quasi azzerare, l’evasione, che si avvicina al 30% e ammonta a circa 500 milioni di euro.

Staremo a vedere, “se son fiori fioriranno”, dice un vecchio proverbio. Volete essere aggiornati sulla vicenda? Allora cliccate su “segui” posto in alto sopra al titolo. #Televisione