La notizia ha subito fatto il giro del web e fa preoccupare i fumatori incalliti, ovvero la proposta di un aumento del prezzo delle sigarette a 18 euro circa. La notizia è apparsa come una bufala ma in realtà era solo da precisare meglio. La proposta, partita da Giacomo Mangiaracina, Presidente dell'Agenzia Nazionale per la prevenzione che attraverso una lettera aperta indirizzata ai colleghi dell'AIOM, propone come campagna anti fumo l'aumento radicale del costo delle sigarette.

Proposta indirizzata al Ministero

Una proposta indirizzata direttamente al Ministero della Salute e che potrebbe creare numerosi problemi sia per le casse dello Stato che per i fumatori più incalliti.

La lettera indirizzata al Ministero, mette sotto accusa il Governo poiché l'incremento di pochi centesimi di euro al prezzo delle sigarette e dei trinciati, oramai diventato periodico, servirebbe solo ed esclusivamente ad incassare più soldi, attraverso le tasse sui tabacchi e non a invitare il fumatore a desistere all'acquisto. Mangiaracina chiede al governo di attenersi a quelle che sono le disposizioni mondiali, ovvero aumentare in modo radicale il prezzo dei tabacchi, al fine di far desistere i fumatori all'acquisto.

Sigarette in aumento a 18 euro

Non ha dubbi Mangiaracina, attraverso la proposta inviata al ministero chiede che venga applicata una campagna antifumo con le stesse e identiche modalità applicate in Nuova Zelanda, dove per far desistere i fumatori all'acquisto di sigarette, il prezzo di quest'ultime è arrivato a 18 euro.

I migliori video del giorno

In Nuova Zelanda l'applicazione della normativa antifumo ha ovviamente avuto successo, ma in l'Italia resta l'handicap dell'introiti mancanti in caso di applicazione della nuova normativa. Attualmente in Italia, è in atto una petizione promossa da FederAnziani per aumentare il prezzo delle sigarette di 1 centesimo a sigaretta, al fine di creare un fondo per la ricerca Oncologica, proposta sposata in pieno dal Ministro Lorenzin. Oltre all'aumento proposto da FederAziani, esiste un'altra proposta che mira a rendere omogeneo il prezzo delle sigarette.